Disfatta 5 Stelle. Lega primo partito

Disfatta 5 Stelle. Lega primo partito

Maggio 27, 2019 - 06:20
Posted in:

Alle elezioni europee il Movimento 5 Stelle dimezza i voti rispetto alle elezioni politiche dello scorso anno.

La Lega del vice premier italiano Matteo Salvini esce dalle elezioni europee quale primo partito italiano, raggiungendo oltre il 34% dei consensi, a fronte del 17% ottenuto alle scorse elezioni politiche. Viceversa, l'altra forza di Governo italiano, il Movimento 5 Stelle del vice premier Luigi Di Maio, dimezza de facto i suoi voti, passando dal 32% al 16%. Il centro-sinistra del Partito democratico tiene invece le sue posizioni con il 22%. È questo quanto emerge, per quanto riguarda la vicina penisola, dal voto di ieri per il Parlamento europeo, anche se a risultati non ancora definitivi.

In Italia il voto europeo assumeva anche la connotazione di banco di prova per la maggioranza che attualmente regge il Governo del premier Giuseppe Conte, composta dalla Lega e dei 5 Stelle. I due partiti, durante la campagna per le europee hanno alzato il livello dello scontro interno, con numerose occasioni in cui Salvini e Di Maio si sono scontrati. Rispetto al voto delle elezioni politiche del 2018, che determina gli attuali equilibri in Parlamento, le parti si sono ora invertite, in termini di voti, con la Lega che si è 'mangiata' la maggioranza pentastellata, raddoppiando i suoi voti, a fronte dei 5 Stelle che li hanno dimezzati. Nel complesso tuttavia le forze che compongono il Governo rimangono complessivamente attorno al 50%.

A crollare è stata però anche Forza Italia di Silvio Berlusconi. Tuttavia se il centro destra, presentatosi unito alle elezioni del 2018, con Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia, aveva ottenuto il 37% dei consensi, con la Lega al 17%, Forza Italia al 16% e Fratelli d'Italia al 5%, ora il centro destra, con la Lega al 34% Forza Italia all'8,8% e Fratelli d'Italia al 6,4%, raggiunge quasi il 50%. Una quasi maggioranza che rimane tuttavia teorica, visto che i numeri in Parlamento sono quelli che sono usciti dalle elezioni del 2018 (che non permettevano al centro destra di ottenere una maggioranza). Il vice premier e leader della Lega Matteo Salvini ha già avuto modo di dichiarare che "non regoliamo i conti, il governo va avanti".