Dopo l'Iran un rapporto su Khashoggi. Gli Usa "scaricheranno" MBS (e gli storici alleati)?

Dopo l'Iran un rapporto su Khashoggi. Gli Usa "scaricheranno" MBS (e gli storici alleati)?

Febbraio 19, 2021 - 15:41
Posted in:

... Probabilmente no. Ma l’amministrazione Biden dovrebbe pubblicare già la prossima settimana un rapporto di intelligence che individuerebbe il principe ereditario saudita quale responsabile dell’uccisione del giornalista dissidente, secondo il Washington Post. Inevitabilmente inciderà sui rapporti con Riad. 

Gli Usa riaprono la porta all’Iran, dopo il passo indietro unilaterale fatto dall’amministrazione Trump sugli accordi internazionali sul nucleare negoziati dal secondo segretario di Stato di Obama, John Kerry.

Il presidente Joe Biden incoraggerà colloqui bilaterali con la controparte iraniana e con gli altri firmatari dell’accordo del 2015 affinché sia gli Usa che l’Iran vi rientrino. Un cambio di rotta sul dossier Iran che potrebbe avere delle ripercussioni sui rapporti con l’Arabia Saudita, storico alleato di Washington nella regione mediorientale, i cui rapporti con l’Iran sono tutt’altro che buoni.

C’è però un altro dossier che rischia di incrinare i rapporti con Riad degli Usa. Secondo quanto riferisce il Washington Post l’amministrazione Biden starebbe per rilasciare un rapporto di intelligence che giunge alla conclusione che il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman (detto MBS) ha ordinato l'uccisione di Jamal Khashoggi, giornalista dissidente e penna dello stesso Washington Post, ucciso nel 2018 all’interno del consolato saudita ad Ankara.

Secondo fonti che hanno familiarità con il dossier citate dal giornale statunitense, il rapporto, prodotto dall'Office of the Director of National Intelligence (ODNI) e che riassume i risultati di tutta la comunità dell’intelligence, sarà reso pubblico la prossima settimana.

“I piani per il rilascio arrivano mentre le relazioni USA-Saudite sono cadute a un nuovo minimo nelle ultime settimane”, osserva il Washington Post in un articolo. Una delle prima decisioni di Biden è stata quella di una sospensione della fornitura di armamenti ai sauditi in relazione alla loro guerra nello Yemen. Il presidente ha comunque assicurato il proseguo delle forniture all’Arabia Saudita per difendersi dai suoi avversari regionali (fra cui l’Iran).

Tornando al rapporto, spiega il giornale, la decisione sarebbe giunta per mantenersi in linea con le promesse sulla trasparenze fatte dal nuovo presidente. Tuttavia la pubblicazione del rapporto,“penso che metterà Biden in difficoltà", dichiara David Ottaway, un esperto dell'Arabia Saudita di lunga data al Wilson Center al Washington Post. "Dovrà definire quale sarà il suo rapporto con la leadership e quali passi prenderà in risposta".