Due anni senza il grande Bruno Ganz

Due anni senza il grande Bruno Ganz

Febbraio 16, 2021 - 00:20

Due anni fa ci lasciava il grande attore svizzero Bruno Ganz, scomparso il 16 febbraio del 2019. Figlio di un operaio svizzero e di madre italiana, Ganz è diventato grazie alle sue interpretazioni uno dei volti più noti del cinema Svizzero. Lo avevamo già ricordato, negli scorsi anni, con due video di alcune delle sue interpretazioni più note: in "Pane e tulipani", di Silvio Soldini (vedi qui), e la magistrale interpretazione di Adolf Hitler ne "La caduta" di Oliver Hirschbiegel (vedi qui). 

Oggi riproponiamo nella rubrica "Boomerang" il triste annuncio della sua scomparsa.

16 febbraio 2019

Si è spento all'età di 77 anni l'attore svizzero Bruno Ganz. Uno dei volti più conosciuti della cinematografia svizzera aveva iniziato la sua carriera quale attore di teatro sia in Germania che in Svizzera.

Nato a Zurigo il 22 marzo del 1941, figlio di un operaio svizzero e di madre italiana, Bruno Ganz esordisce al cinema nel 1960 nella pellicola "Der Herr mit der schwarzen Melone". Nel 1970 è fra i fondatori, con il regista Peter Stein e all'attrice Edith Clever, della compagnia berlinese di ispirazione brechtiana 'Schaubuhne am Halleschen Uferu'. Negli anni '70 crebbe la  sua celebrità grazie ad importanti pelliccole come "Il cielo sopra Berlino" di Wim Wenders. Lavorerà anche in Italia, dove nel 1999 recita in "Pane e tulipani" di Silvio Soldini. Negli anni più recenti, nel 2004, veste i panni di Adolf Hitler in "La caduta" di Oliver Hirschbiege.

Grazie alle sue interpretazioni si è guadagnato numerosi riconoscimenti, fra cui l'European Film Academy Lifetime Achievement Award nel 2010 e nel 2011 il Pardo alla carriera al Festival del Film di Locarno.