Due cuori e una capanna…

Due cuori e una capanna…

Ottobre 28, 2018 - 21:05

È finita da diverse settimane la vicenda che da tre anni vedeva contrapposti il Pc e il Pop per la proprietà di casa Gaby, vedendo vincitore il Pc. Il “poppista” Stefano Moretti su Facebook attacca la scelta del Pc in materia di avvocati.

“Casa Gaby”, un piccolo edificio in Via Varenna a Locarno, è del Partito comunista (Pc). Non si tratta degli esiti di un esproprio proletario operato dai nostrani seguaci di Carlo Marx, ma della vertenza legale che ha visto contrapposto il partito guidato da Massimiliano Ay al Partito operaio popolare (Pop) di Leonardo Schmidt e Gianluca Bianchi. Ad inizio mese infatti il Pretore di Locarno ha stabilito che l’edifico, lasciato in eredità dalla già consigliera comunale locarnese dell’allora partito del Lavoro Gabriella Antognini, è di proprietà del Partito comunista.
La vertenza ha pure avuto un curioso e appassionante proseguio sui social media. Su Facebook riprendendo la notizia, Stefano Moretti, ha svelato che la formazione di sinistra radicale di Ay&Co, si sarebbe avvalsa delle competenze legali di un noto avvocato, ma non noto tanto per essere un avvocato (perlomeno prima dell’affaire “Panama Papers”), ma per essere stato il candidato al Consiglio degli Stati della Lega (e sostenuto dall’Udc) nell’ultima tornata elettorale federale. “…facendovi difendere dall'Avvocato Ghiggia (ex-PPD, candidato agli stati per l'UDC), cari compagni compagni, io ne avrei vergogna, se fossi in voi”.
Nella discussione che ne ha fatto seguito è intervenuto pure il segretario dei comunisti Ay, rammaricandosi che il Pop abbia rifiutato di collaborare con il Pc per le elezioni.
Il Pop, partendo dall’esperienza fatta in quel di Bellinzona alle comunali, corre assieme all’Mps di Pronzini e Sergi, con cui invece aveva fatto lista comune il Pc alle passate cantonali (alleanza ora naufragata). In effetti le formazioni non si “frequentano” molto. Anche ieri in piazza a Bellinzona, in occasione della manifestazione del collettivo R-esistiamo (vedi qui), di esponenti del Pc non se sono visti, mentre c’era sia il grancosigliere Mps Matteo Pronzini, che il segretario del Pop Schmidt.
I comunisti invece possono consolarsi con la presenza abbastanza frequente sulle pagine de “Il Mattino della domenica”, nella rubrica “Forum”. Settimana sorsa c’era il segretario Ay a parlare della nave Aquarius (e fra gli altri pure Ghiggia). Questa settimana il futuro consigliere comunale di Lugano Edoardo Cappelletti (dopo le dimissioni del consigliere comunale socialista Marco Jermini), che sorprendentemente all’ultima tornata elettorale da consigliere comunale uscente non era riuscito a farsi rileggere, similmente a quanto accaduto al segretario Ay alle comunali a Bellinzona.