E se Achille Lauro sbarcasse a teatro?

E se Achille Lauro sbarcasse a teatro?

E se Achille Lauro sbarcasse a teatro?

Dicembre 06, 2019 - 16:02
Posted in:

La musica è una forma d'arte certamente variegata, sia per quel che riguarda le composizioni (i generi sono moltissimi), sia in relazioni ai testi.

Ci sono canzoni in cui le parole hanno un ruolo preponderante, rispetto alla base musicale; altre, invece, in cui i testi fanno da contorno alle note. Alcune canzoni esprimono grandi concetti, mentre altre toccano argomenti più frivoli. Molte canzoni hanno un senso compiuto, qualcuna invece, appare più "astratta".

Difficile dare dei giudizi di merito generali, senza prendere in analisi un pezzo specifico. La scena musicale internazionale, infatti, ci ha regalato grandi canzoni senza senso, e brutti brani dalle parole profonde.

Alcune canzoni sarebbero facilmente immaginabili anche come un monologo teatrale. Per altre composizioni, invece, parrebbe impossibile.

A provare a trasformare una canzone apparentemente (o realmente) priva di senso con un monologo teatrale, ci ha provato Edoardo Mecca, recitando il testo di "1969", di Achille Lauro.

Mecca è uno youtuber italiano, brillante imitatore e - come lui stesso si definisce - attore di fama condominiale.