Erdogan schiera jihadisti contro i curdi

Erdogan schiera jihadisti contro i curdi

Ottobre 12, 2019 - 14:05
Posted in:

Anche dei gruppi jihadisti sarebbero schierati dalla Turchia contro i curdi in Siria. Secondo le stime dell'Onu sono 100'000 gli sfollati. 

Sono almeno 100’000, secondo le prime stime dell’Onu, gli sfollati causati dall’offensiva turca contro i curdi in territorio siriano. 
Le truppe turche, secondo quanto sostenuto dal vicepresidente turco Fuat Oktay, sono penetrate nel nord est della Siria fino a 8 chilometri dal lato di Tal Abyd e 4 chilometri dal lato di Ras al Ayn, i luoghi dove ha preso avvio mercoledì l’incursione. Obiettivo della Turchia è creare una zona cuscinetto di 30 chilometri. 
Fra le truppe utilizzate dalla Turchia per combattere i curdi vi sarebbero anche gruppi jihadisti. Stando a quanto riporta il quotidiano italiano Repubblica l'Esercito siriano nazionale (National Syrian Army, Nsa) filo-Ankara è compito da circa 25’000 uomini, fra cui anche il gruppo Ahrar Al Sharqiya, di ideologia nazionalista e islamista, formato da alcuni fuoriusciti dalla formazione Al Nusra, già affiliata ad Al Quaeda. “Sotto l'ombrello dell'Nsa” si legge sul profilo twitter di “ArabBaathist”, profilo che segue l'avanzata turca in Siria, “Ahrar al-Sharqiya è il primo gruppo a tagliare fuori l'autostrada M4 tra Al Hasakah e Aleppo, una delle maggiori rotte di approvvigionamento per i terroristi”. I “terroristi” sono, per il presidente turco Erdogan, le Unità popolari curde Ypg e Ypj, le stesse che hanno fronteggiato l’Isis.