Errata corrige. Ma noi siamo contenti lo stesso

Errata corrige. Ma noi siamo contenti lo stesso

Ottobre 20, 2019 - 22:58
Posted in:

Oggi siamo dalla parte del torto. Ci cospargiamo il capo di cenere e ci scusiamo con i diretti interessati.

Anni fa, un prestigioso quotidiano italiano, aveva promosso una propria campagna pubblicitaria per gli abbonamenti alla propria testata, con lo slogan “vent’anni dalla parte del torto”. Ticinotoday non esiste da vent’anni, è molto più giovane, ma è stato oggi (e non solo oggi) dalla parte del torto, quando, nella rubrica di commento “Schegge” (vedi qui), abbiamo pubblicato un articolo dal titolo “I giochi sono fatti! Chi rimane fuori? Romano o Pantani? Cattaneo o Farinelli?”, in cui, nella quarta “scheggia”, davamo “… per molto probabile l’elezione di Natalia Ferrara …” (che oggi nessuno ha visto al quartier generale dei liberali al Lido di Lugano. Unica fra gli otto candidati al Consiglio nazionale a non aver fatto la sua comparsa al ritrovo ufficiale del Plr). Mentre per Cattaneo e Farinelli scrivevamo, qualche paragrafo più sotto: “Dunque (a meno di una valanga di rigature sulla candidata che scrive un libro) Alex Farinelli o Rocco Cattaneo rimaranno fuori”.
Non ci è dato sapere se la candidata di Stabio ha veramente collezionato una “valanga di rigature”, ma sta di fatto che i due consiglieri nazionali del Plr sono l’uscente Rocco Cattaneo e il sindaco di Comano Alex Farinelli (che per smentire meglio il nostro pronostico non solo è arrivato primo sulla lista liberale, ma è stato il consigliere nazionale più votato in assoluto in Ticino!).
Abbiamo avuto torto e abbiamo sbagliato! Ma mai come questa volta fare una “errata corrige” ci dà immenso piacere. Ci piace azzardare previsioni e pronostici, a volte ci azzecchiamo, altre meno. Chiediamo scusa alle nostre lettrici e ai nostri lettori e alla diretta interessata e ai diretti interessati per il nostro errore. Il capo ce lo siamo già cosparsi di cenere. Ora possiamo soltanto sperare nel perdono. 
 
 
 
 
**********
 
 
In un'altra “scheggia” dello stesso articolo sopra citato, abbiamo pure sbagliato il pronostico sul Ps Ticino. Abbiamo “azzeccato” la prima posizione sulla lista (ma non ci voleva il Mago Otelma per farlo), abbiamo visto giusto quando abbiamo previsto che la seconda posizione se la sarebbero giocata Bruno Storni e Cristina Zanini Barzaghi, ma abbiamo maledettamente sbagliato la quarta posizione, che noi davamo a Chiara Orelli (che invece è arrivata quinta) e che invece ha conquistato il presidente cantonale del Ps Ticino Igor Righini. 
Anche in questo caso ci scusiamo con il candidato di Pollegio.