Frequencia. Stop 5G. Appuntamento il 21 settembre a Berna

Frequencia. Stop 5G. Appuntamento il 21 settembre a Berna

Settembre 12, 2019 - 05:58
Posted in:

Riceviamo e pubblichiamo. Sta nascendo l'associazione "Frequencia" figlia del movimento "Stop 5G" che si è data appuntamento a Berna per il 21 settembre.

Basilea, 9 settembre 2019 - Dopo un primo evento nazionale che ha attirato più
di 2’000 persone il 10 maggio sulla Waisenhausplatz a Berna, un secondo raduno
contro l’introduzione della technologia 5G è previsto per il 21 settembre 2019.
Questa volta si svolgerà in Piazza Federale e sarà supportato da diversi gruppi
e associazioni. La manifestazione ha come obiettivo di protestare contro
l'irradiazione forzata e di manifestare a favore di un mondo povero di radiazoni.
L'evento è organizzato da frequencia, un'organizzazione a difesa dell’ambiente
e dei consumatori che si occupa dei rischi della digitalizzazione e delle
tecnologie di comunicazione mobile, incluso il 5G. I rappresentanti dei media
sono cordialmente invitati a una conferenza stampa che si terrà il
18 settembre 2019 alle 10.30 al Käfigturm di Berna (Marktgasse 67).

Sotto l'egida di frequencia, un secondo evento nazionale STOP 5G si svolgerà il
21 settembre dalle 16:30 alle 18:30 presso la Piazza Federale. Vari oratori e oratrici
specializzati prenderanno parola per denunciare gli importanti rischi sanitari,
ambientali, democratici e di sicurezza che accompagnano la tecnologia mobile in
generale e il 5G in particolare. frequencia desidera inoltre dimostrare che esistono
soluzioni e che tutti noi abbiamo l'opportunità di impegnarci per preservare la salute e
l'ambiente. frequencia si impegna per questo.

Lo scorso maggio, circa 2.000 persone si sono radunate sulla Waisenhausplatz a
Berna durante il primo evento nazionale STOP 5G, organizzato da un collettivo di
cittadini. Questo evento ha permesso l’incontro di un gruppo di scienziati, specialisti di
varie estrazioni, politici, medici e cittadini impegnati di tutta la Svizzera. Queste
persone si stanno ora muovendo insieme sotto la bandiera di Frequencia, la nuova
organizzazione nazionale che sostiene tecnologie adattate agli esseri umani e
all'ambiente.

Con gli attuali dibattiti sul futuro delle telecomunicazioni mobili, frequencia vede
l'opportunità di introdurre nuovi modi di progettare e concepire l'infrastruttura della
telefonia mobile. L'esigenza che frequencia pone alle lobby e allo Stato è chiara: Il 2G,
3G, 4G e 5G sono nocivi alla salute e all'ambiente, é arrivato il momento di trarne le
consequenze e lo Stato deve prendersi le responsabilità che ne conseguono.
" frequencia si ingaggia per un ambiente a basse radiazioni e per la libera scelta di
esposizione rispetto per quel che concerne i mezzi di comunicazione. Dato che l'80%
di tutte le connessioni mobili sono realizzate all'interno di edifici e mezzi di trasporto e
che solo il 20% delle comunicazioni avviene all'esterno, noi esigiamo una soluzione a
basso contenuto di radiazioni basata sulla fibra ottica. Gli spazi interni dovrebbero
essere a basso contenuto di radiazioni. Le radiazioni dovrebbero verificarsi solo
quando una persona lo desidera espressamente. In questo modo, le antenne per
telefoni cellulari coprirebbero solo le comunicazioni mobili all'esterno e potrebbero
irradiarsi in modo molto più debole. Ogni consumatore è comunque responsabile della
propria gestione della tecnologia mobile ", afferma Uwe Dinger, co-presidente di
frequencia.
Lo stesso giorno, 21 settembre, 18:30 frequencia lancerà il suo sito web
www.frequencia.ch e una campagna di informazione online destinata alla popolazione,
in merito ai rischi per la salute, l'ambiente e la sicurezza associati alla tecnologia 5G.
frequencia si impegna a garantire che le tecnologie siano adattate alle persone e alla
natura, e non il contrario !

Per maggiori informazioni: contact@frequencia.ch
DE : Uwe Dinger 061 689 19 00 e Martin Zahnd 044 341 76 60
FR & EN : Tamlin Schibler Ulmann 024 420 22 86/079 394 79 83
e Coco Tache 079 208 47 84
IT : Patricia Schera 091 791 85 91