Giornata "caldina" per la polizia

Giornata "caldina" per la polizia

Agosto 14, 2019 - 15:20
Posted in:

Riassumiamo la giornata della Polizia cantonale. Ieri sera, un bagnante è stato tratto in salvo a Minusio. Tre agenti della Cantonale hanno ricevuto un decreto d'accusa per aver ammanettato un richiedente l'asilo minorenne, nel 2017. Nel Bellinzonese, un uomo è stato arrestato per infrazione aggravata della Legge federale sugli stupefacenti. Ecco i tre comunicati stampa. 

Bagnante tratto in salvo a Minusio
La Polizia cantonale comunica che ieri, poco dopo le 22, in territorio di Minusio, un 32enne cittadino cinese residente in Francia ha accusato un improvviso malore mentre faceva un bagno nel lago, a una ventina di metri dalla riva. Provvidenziale si è rivelata la presenza nelle vicinanze di una 44enne cittadina francese residente in Francia. Messa in allerta dalle grida di aiuto di una conoscente del 32enne, la donna si è subito gettata in acqua riuscendo a trarre in salvo il bagnante e riportandolo a riva. Sul posto sono quindi intervenuti agenti della Polizia cantonale e i soccorritori del Salva che, dopo aver prodigato le prime cure all'uomo, lo hanno trasportato in ospedale a titolo precauzionale. La sua vita non è in pericolo.
 
Decreto d’accusa per tre agenti della Polizia cantonale
In riferimento alla vicenda del minorenne richiedente l'asilo che il 21 gennaio 2017, dopo aver ripetutamente dato in escandescenze, venne ammanettato all'asta di un box delle docce nel centro della Protezione civile di Camorino, il Ministero pubblico comunica che gli accertamenti penali sono giunti a conclusione. Il Procuratore generale Andrea Pagani ha in particolare emanato tre decreti d'accusa (in cui si propone una condanna a una pena pecuniaria sospesa) nei confronti di altrettanti agenti della Polizia cantonale. Le ipotesi di reato a loro carico sono quelle di sequestro di persona e abuso di autorità (in un caso di complicità in questi due reati). Addebiti da porre in relazione al fatto che, in base agli accertamenti effettuati, il minore venne indebitamente arrestato e rimase privo della libertà personale per un tempo indeterminato, rivelatosi poi di oltre 6 ore. Gli agenti avranno ora 10 giorni di tempo per interporre eventuali opposizioni. Non saranno rilasciate ulteriori informazioni.
 
Infrazione aggravata alla Legge federale sugli stupefacenti: un arresto nel Bellinzonese
Il Ministero pubblico, la Polizia cantonale e la Polizia della città di Bellinzona comunicano che il 13.08.2019 è stato arrestato un 33enne cittadino albanese residente all'estero. L'uomo è stato fermato in territorio di Lumino e la perquisizione dei locali dove soggiornava ha permesso di rinvenire diverse centinaia di grammi di eroina, della sostanza da taglio e alcune migliaia di franchi. Il 33enne è sospettato di aver spacciato un importante quantitativo di droga a consumatori locali. L'ipotesi di reato nei suoi confronti è di infrazione aggravata subordinatamente semplice alla Legge federale sugli stupefacenti. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore pubblico capo Arturo Garzoni.