Giornata difficile per Lugano Airport

Giornata difficile per Lugano Airport

Agosto 22, 2019 - 00:17
Posted in:

Riunione straordinaria del Cda del Lasa (Lugano Airport S.A.) e presa di posizione dell'Up, ufficio presidenziale della sezione Plr di Lugano hanno caratterizzato la giornata per le sorti dello scalo luganese. E all'orizzonte rimane la "minaccia" di referendum del Mps.

Giornata di fuoco per l'aeroporto di Lugano. Da una parte il cda del Lasa, Lugano airport S.A. riunitosi in forma straordinaria,ha deciso di proseguire sulla linea già decisa da mesi, ossia quella che chiede una ricapitalizzazione della società che gestisce lo scalo di Agno (il Lasa appunto) e che prevede l'approvazione del messaggio in Consiglio comunale a Lugano inerente il rilancio dell'aeroporto.
 
Dall'altra, oggi è sceso in campo il Plr di Lugano, che senza tanti giri di parole, chiede il ritiro del messaggio municipale per il rilancio del Lasa. In realtà l'Up, Ufficio presidenziale della sezione luganese del Plr non ha dato nessuna anticipazione al Cdt (come scrive Ticinonews), ma semplicemente nella sua nuova newsletter "LibeRal", scrive che il messaggio municipale riguardante il rilancio dell'aeroporto di Agno va ritirato, dopo la notizia del ritiro della compagnia aerea Zymex, non più interessata a far volare i suoi aerei da Lugano.
 
A tutto questo, va ricordato che l'Mps già prima dell'estate aveva annunciato l'intenzione di lanciare referendum al messaggio cantonale sulla partecipazione finanziaria al Lasa. Dunque affaire à suivre.