GISO: "I miliardari non dovrebbero esistere – Billioners should not exist!"

GISO: "I miliardari non dovrebbero esistere – Billioners should not exist!"

Settembre 21, 2021 - 16:49
Posted in:

Riceviamo e pubblichiamo. Comunicato stampa di GISO (Gioventù socialista Ticino). 

Domenica 19 settembre la GISO Ticino ha deciso di realizzare un’azione nel Bellinzonese per ricordare che l’1% sta letteralmente vivendo sulle spalle del 99%, arricchendosi grazie al lavoro altrui. Un breve video pubblicato sui sociali dei Giovani Socialisti, volto a sensibilizzare la popolazione sull’iniziativa 99% che si voterà il 26 settembre, mostra le enormi disuguaglianze sociali della nostra società.

L’1% più ricco si arricchisce grazie al lavoro del 99%, che intanto s’impoverisce ogni giorno di più. La Gioventù Socialista pertanto ha deciso di realizzare un’azione nel Bellinzonese per ricordare che l’1% sta vivendo letteralmente sulle nostre spalle.

Negli ultimi anni abbiamo assistito a una diversa modalità di sfruttamento delle risorse naturali ed umane. Questo “sviluppo” ci ha portat* all’attuale sistema economico, che genera e alimenta le disuguaglianze tra le classi sociali. I superricchi continuano ad aumentare il loro capitale senza lavorare e i partiti liberisti fanno tutto il possibile per eliminare ogni mezzo di redistribuzione della ricchezza. Allo stesso tempo lavoratori e lavoratrici creano la ricchezza del nostro paese, senza beneficiarne.  Nessuno muove un dito davanti a queste ingiustizie. E a noi questo non va bene!

Mentre l’1% più ricco della popolazione capitalizza con interessi, azioni e dividendi, noi, il 99%, lavoriamo per garantire i privilegi dell’elevatissima borghesia.

La Gioventù Socialista si ribella a questo sistema finanziario ed economico ingiusto che favorisce una piccola parte della popolazione a discapito del restante 99%.

Laura Guscetti: “Vogliamo continuare a vivere in una società dove il profitto ha più considerazione del benessere collettivo e delle persone? Dobbiamo lottare per una società più giusta dove il benessere del 99% non è subalterno ai profitti dei superricchi. Sì all’iniziativa 99% per meglio ridistribuire la ricchezza!”

Santiago Storelli: “la condizione dei lavoratori e delle lavoratrici è a dir poco vergognosa. Stiamo facendo gli interessi dei super ricchi convinti che possano scappare dalla Svizzera quando quello che ci arriva sono solo le loro briciole. Vedo nel votare No lo stesso comportamento di una scimmia che allo zoo salta di ramo in ramo per farsi lanciare le noccioline dal pubblico dimenticandosi di stare in una gabbia”

Sì il 26 settembre all’iniziativa “Sgravare i salari, tassare equamente il capitale” per una società solidale al 99%.