I creatori del vaccino: la società tedesca fondata da immigrati turchi

I creatori del vaccino: la società tedesca fondata da immigrati turchi

Novembre 10, 2020 - 14:25
Posted in:

Sconosciuta fino a poco tempo fa, la BioNTech ha guadagnato nell'ultimo anno il 440% del valore in borsa. 

Dall’inizio della pandemia il nome di BioNTech è diventato uno dei più noti nell’ambito del settore farmaceutico, con la collaborazione con il colosso americano Pfizer per la creazione di un vaccino per il covid. Ieri la notizia che i test per il vaccino Pfizer-BioNTech avrebbero rivelato che esso è “efficace al 90%”. Naturalmente il titolo in borsa di BioNTech, azienda con sede a Magonza, Germania, quotata al Nasdaq di New York, ne ha beneficiato. Guadagnando il 16%. Ma il vero balzo l’azienda tedesca lo ha già fatto. In un anno il titolo a guadagnato più del 440%.

La storia e il nome di questa azienda erano poco noti fino a qualche tempo fa, come ripercorre un articolo pubblicato da Corriere Economia (Corriere della Sera). BioNTech è stata fondata 12 anni fa da due immigrati turchi a Magonza. Due medici: Ugur Sahin, figlio di immigrati turchi residenti in Germania e la moglie moglie Özlem Türeci, anche lei di origini turche. Il primo ricopre oggi la carica di amministratore delegato e presidente, mentre la seconda di chief medical officer. Gli altri top manager provengono dalle fila di società molto note: Novartis, GlaxoSmithKline, JP Morgan. L’azienda è specializzata nelle terapie anti-tumorali. “BioNTech è nata con la consapevolezza che il tumore di ogni paziente malato di cancro è unico e quindi il trattamento di ogni paziente deve essere personalizzato”, spiega il fondatore Sahin. “Abbiamo combinato la ricerca con tecnologie all’avanguardia per sviluppare una terapeutica pionieristica per il cancro e non solo”. BioNTech inoltre è attiva nella produzione di immunoterapie attive per il trattamento di molte malattie gravi, dall’Hiv alla tubercolosi.

Lo scorso anno la BioNTech ha fatturato 797,65 milioni di euro, con un risultato operativo negativo di 54,69 milioni.