I dipendenti di Google hanno fondato un sindacato

I dipendenti di Google hanno fondato un sindacato

Gennaio 05, 2021 - 14:13
Posted in:

La Alphabet Workers Union vanta per ora 226 associati e intende impegnarsi nel controllo delle questioni salariali, ma anche etiche, riguardanti il colosso del web. 

Tempi duri per la dirigenza di Google, sembrerebbe. Oltre alle accuse di monopolio che li vengono mosse di questi tempi sia Oltreoceano che in Europa, ora i dipendenti del colosso della tecnologia intendono formare un loro sindacato. Lo ha annunciato ieri un gruppo di dipendenti, sia di Google, la società che gestisce il motore di ricerca, e Alphabet, la holding che raggruppa tutti i vari rami di “Big G”. Il progetto gode del sostegno del sindacato Communications Workers of America.

La Alphabet Workers Union annunciata ieri stando a quanto comunicato raccoglierà quote associative, avrà dei dipendenti per l’organizzazione, avrà un consiglio eletto e sarà aperta a tutti i dipendenti e agli appaltatori di Alphabet indipendentemente dal ruolo. L’obiettivo è affrontare le questioni salariali, ma anche quelle etiche correlate all’attività i Google. Come riporta il New York Times, il gruppo promotore formato da 226 ingegneri intende impegnarsi nel “controllo e la revisione delle politiche dell’azienda in materia di etica e compensi”.

Già negli scorsi anni infatti l’azienda ha avuto delle controversie con propri dipendenti, che avevano ad esempio criticato contratti con organizzazioni militari o il piano per lo sviluppo di un motore di ricerca censurato per la Cina, oltre a quelle salariali, in particolare per quanto riguarda le pessime condizioni per i lavoratori “arruolati” tramite agenzie esterne.

Ora, con la creazione di un’organizzazione autonoma dei lavoratori, è probabile che questi temi saranno ancora di più un punto su cui la dirigenza di “Big G” dovrà confrontarsi.