Il “soldato Bang” non solo si è salvato, ma è fra i primi

Il “soldato Bang” non solo si è salvato, ma è fra i primi

Aprile 08, 2019 - 21:49

Il granconsigliere Henrik Bang brillantemente rieletto.

“Il soldato Henrik Bang è salvo”. Il già settimanale “Popolo e libertà” (oggi mensile) aveva lanciato lo slogan “salvate il soldato Bang” e il buon “Bingo” (soprannome di Henrik Bang) ce l’ha fatta egregiamente. Non solo, è fra i socialisti più votati su scala cantonale, subito dopo il capogruppo Ivo Durisch e l’ex presidente cantonale Anna Biscossa.
Adesso inizierà il divertimento. Infatti come abbiamo già scritto due mesi fa (perché Ticinotoday “ci vede lungo”, vedi qui) Bang sarà uno dei due candidati di punta (assieme a Cristina Zanini Barzaghi) che affiancherà l’uscente Marina Carobbio per la lista al Consiglio nazionale. E se i socialisti raddoppiassero i seggi alla Camera Bassa (a scapito del Ppd, probabilmente di Marco Romano) potrebbe essere proprio Bang a fare “Bingo” ed entrare in Consiglio nazionale.