Il Comitatto di Berna a sostegno della minifestazione del "Molino"

Il Comitatto di Berna a sostegno della minifestazione del "Molino"

Settembre 11, 2019 - 15:57
Posted in:

Pubblichiamo il seguente comunicato stampa del Comitatto di Berna, associazione composta da giurist* ticinesi a tutela dei diritti fondamental.  Il Comitato di Berna sostiuene la manifestazione di questo sabato a Lugano indetta dal CSOA Il Molino e critica le esternazioni dei municipali Plr luganesi Badaracco e Bertini.
 
 
 

La libertà non è star sopra un albero, non è neanche il volo di un moscone, la libertà non è uno spazio libero, libertà è partecipazione. (Giorgio Gaber)
 
Sabato 14 settembre si terrà la manifestazione Riprendiamoci le città indetta dal CSOA Il Molino. Come riportato dai media, i municipali di Lugano Roberto Badaracco e Michele Bertini hanno rilasciato dichiarazioni evidentemente calunniose nei confronti degli organizzatori della manifestazione e dell’esperienza dell’autogestione. Hanno detto che la città è in pericolo, che gli intenti dei manifestanti sono bellicosi e che annunciare la manifestazione con mesi di anticipo equivale ad una chiamata ai rinforzi.
È grave che due municipali cerchino di incutere timore nella cittadinanza. È molto grave che due politici cerchino di delegittimare l’esercizio dei diritti democratici. E tutto ciò, evidentemente, senza presentare alcuna prova concreta.
La piazza è un luogo di libertà. Il Comitato di Berna, composto da giurist* ticinesi a tutela dei diritti fondamentali, condanna fermamente la strategia della tensione portata avanti scientemente a Lugano. Il potere politico deve ricordarsi che viviamo in uno stato di diritto, non lasceremo che il Diritto, che anzitutto tutela le nostre libertà, venga calpestato.
Il Comitato di Berna sostiene e condivide nei suoi contenuti la manifestazione del 14 settembre e ricorda che la Costituzione del Cantone Ticino conferisce alle cittadine e ai cittadini la libertà di associazione, la libertà di riunione e la libertà di manifestazione pubblica. Queste libertà sono condizioni essenziali al pieno esercizio dei diritti politici. Diritti che, sebbene ad alcuni non piaccia, sono la base fondante della nostra democrazia.
Comitato di Berna, Bellinzona 11 settembre 2019