Il Giappone riapre la caccia alle balene

Il Giappone riapre la caccia alle balene

Luglio 01, 2019 - 12:51

Per la prima volta da trent'anni baleniere giapponesi cacceranno balene per scopi commerciali.

Per la prima volta da 30 anni in Giappone delle navi baleniere sono salpate per cacciare le balene per scopi commerciali, non più a scopi scentifici, come sono stati definiti negli ultimi tre decenni. Cinque navi hanno lasciato il porto di Kushiro e altre tre quello di  Shimonoseki.
Le baleniere potranno uccidere fino a 227 balene entro la fine di dicembre, stando a quanto stabilito dal Ministero giapponese dell'Agricoltura, delle Foreste e della Pesca. "Da oggi chiedo ai cacciatori di cacciare le balene in osservanza della quota e puntare a un ritorno di questa industria della caccia alla balena", ha dichiarato il ministro della Pesca, Takamori Yoshikawa.
Negli ultimi 30 anni il Giappone ha continuato, nonostante le critiche, a cacciare balene per scopi definiti scientifici. Negli scorsi anni le baleniere hanno cacciato quasi mille balene all'anno. Lo scorso anno il Paese aveva annunciato di volersi ritirare dalla Commisione internazionale della caccia alle balene, poiché non disposta a tollerare questa pratica.