Il "Giardino dei Giusti" non smette di crescere

Il "Giardino dei Giusti" non smette di crescere

Settembre 23, 2019 - 13:35
Posted in:

Venerdì a Lugano è stato presentato l'ampliamento a due nuove figure del Giardino dei Giusti. A seguire, i ragazzi della scuola media di Chiasso hanno portato in scena il dramma della guerra.

Il Giardino dei Giusti al Parco Ciani di Lugano, nato dalla collaborazione fra la Fondazione Spitzer e la Città si amplia. Lo scorso venerdì a Lugano è stata preentata l'aggiunta di due alberi, dedicati a Marietta Crivelli Torricelli e a Federica Spitzer, ma è pure stata presentata la piattaforma digitale "Le vite dei Giusti". L'iniziativa è dedicata al ricordo e alla conoscenza delle figure attive in Ticino che si sono dedicate con particolare impegno alla difesa dei più deboli e all'accoglienza delle persone in difficoltà, sulla scia dei molti "Giardini dei Giusti" sorti in vari paesi nel mondo. Le due nuovi volti femminili si aggiungono così a quelli di Anna Maria Valagusa, Carlo Sommaruga, Francesco Alberti e  Guido Rivoir.
A Lugano a presentare questa nuova iniziativa, a Villa Ciani, c'erano il presidente della Fondazione Spitzer Moreno Bernasconi, il sindaco di Lugano Marco Borradori, il municipale Roberto Badaracco, il consigliere di Stato Norman Gobbi, il capo della Sezione dell'insegnamento medio Tiziana Zaninelli, il già capo della Divisione scuola Diego Erba e, presenza d'eccezione, la presidente della Commissione federale contro il razzismo Martine Brunschwig Graf.
A seguire, sul prato del parco, si è tenuta una rappresentazione teatrale, portata in scena dagli allievi delle Scuole Medie di Chiasso, incentrata sul dramma dei profughi che fuggono dalla guerra, immaginando cosa succederebbe se la guerra arrivasse in Svizzera.