Il poeta dello sport se ne è andato. Le banche svizzere stanno bene

Il poeta dello sport se ne è andato. Le banche svizzere stanno bene

Marzo 22, 2020 - 19:58
Posted in:

Ci ha lasciato ieri Gianni Mura, un poeta dello sport. La cancelliera tedesca Angela Merkel finisce in quarantena e in Marocco, oltre al coronavirus, si fermeranno anche le notizie sul coronavirus. 

Era nato il 9 ottobre del 1945 a Milano, subito dopo la Liberazione dai fascisti e dai nazisti, e se ne è andato ieri, 21 marzo 2020, nell'ospedale di Senigallia, nelle Marche, per un attacco cardiaco, quello che è senza ombra di dubbio uno dei quattro/cinque più grandi giornalisti sportivi che l'Italia abbia mai avuto: Gianni Mura (gli altri sono l'indimenticabile Gianni Brera, di cui Mura è stato allievo, Oliviero Bea e poi l'ancora vivente Gianni Minà e aggiungiamo il più giovane Darwin Pastorin). 

Mura a 74 anni, ma quasi 75, è morto lasciando orfana la sua rubrica molto letta sul quotidiano italiano "la Repubblica". In passato aveva lavorato alla "Gazzetta dello Sport", al settimanale "Epoca", al "Corriere di informazione" (l'attuale "Corriere della Sera") e a "L'Occhio" (il quotidiano fondato e diretto da Maurizio Costanzo a fine anni '70). 

Nel 2011 è stato pure direttore di "E - il mensile", la rivista di Emergency di Gino Strada e dal 2015 fino ad oggi ha pure tenuto una rubrica sulla rivista "Scarpdetenis", il periodico di strada della Caritas Ambrosiana. 

Come Emanuela Audisio ha scritto ieri su Repubblica per ricordare il collega Gianni Mura "amava gli irregolari, il fumo, la libertà, i romantici, ...".

Il quotidiano fondato da Eugenio Scalfari perde una delle sue firme più importanti, noi tutti un poeta che scriveva di sport. 

 

 

**********

 

 

In Ticino è aumentato il numero di decessi per coronavirus. Con 9 nuovi decessi legati al covid-19 il conteggio sale a 37. 22 i nuovi contagi, per un totale di 939. I pazienti ricoverati sono 246,  200 in reparto, 46 in terapia intensiva, di cui 43 intubati.

Mentre in Germania è entrata in quarantena niente di meno che la cancelliera Angela Merkel, dopo essere entrata in contatto con una persona positiva (un medico). La Merkel aveva incontrato il medico proprio venerdì per farsi vaccinare (ovviamente non contro il coronavirus, per cui ancora un vaccino non c’è), medico che è risultato poi positivo al test. 

Intanto il Marocco ha deciso una misura particolare contro la diffusione del coronavirus: la sospensione di tutte le pubblicazioni di giornali e la chiusura di tutte le edicole.

Allo stato attuale nessun Paese al mondo ha ritenuto interessante adottare misure come quella marocchina. 

Una nuova ordinanza in Italia impedisce di trasferirsi in un Comune diverso da quello in cui ci si trova (eccezione per chi ha ragioni mediche). 

Intanto la Città di Bellinzona ha deciso di chiudere da domani al pubblico l'intera amministrazione cittadina. Il Municipio di Morcote ha deciso di emanare un'ordinanza che obbliga gli esercenti di locali pubblici a togliere i tavoli e le sedie all'aperto, per scongiurare soste e assembramenti. Inoltre sempre il Municipio di Morcote ha deciso che i trasgressori verranno multati  fino a 10'000 franchi ed è pure vietata qualsiasi attività economica che non possa essere svolta da casa (ovviamente sono escluse dall'ordinanza le attività di primaria necessità come lo spaccio di derrate alimentari e il servizio di picchetti per guasti in casi d'urgenza).

 

 

**********

 

 

Il presidente dell'Associazione svizzera dei banchieri (ASB) Jörg Gasser oggi in un'intervista su "Le Matin Dimanche" ha voluto tranquillizzarci, dichiarando che le banche elvetiche sono più forti e più solide rispetto al 2008. 

Non ne avevamo dubbi. Questa volta la crisi non è tanto legata al sistema bancario e finanziario, ma piuttosto legata ad altri settori, in primis quello alberghiero e della ristorazione. 

Dunque se stiamo all'intervista di Gasser questa volta non bisognerà né salvare l'Ubs né cerare un fondo alle Cayman per i suoi titoli tossici.