Il post-covid secondo Bill Gates: più smart working, meno viaggi e meno amici

Il post-covid secondo Bill Gates: più smart working, meno viaggi e meno amici

Novembre 22, 2020 - 18:28
Posted in:

Il fondatore di Microsoft ha fornito alcune previsioni su come sarà il mondo dopo la pandemia. 

Il mondo non sarà più lo steso dopo il covid-19? Sicuramente molti aspetti della nostra vita quotidiana cambieranno, perlomeno stando a Bill Gates. Il fondatore e di Microsoft, già uomo più ricco al mondo (nonché “bersaglio preferito” di alcune teorie complottiate, che lo vedrebbero in qualche modo responsabile della pandemia), ha recentemente dichiarato che il nostro futuro si prospetta con più smart working, meno viaggi e poche amicizie. Durante un podcast della serie “Bill Gates and Rashida Jones Ask Big Questions” Gates ha detto che “ci chiediamo spesso  quando torneremo a una vita normale. Ma non ci siamo chiesti a sufficienza cosa può essere considerato “normale” dopo un periodo come quello che stiamo vivendo, che di normale ha ben poco”. Secondo Gates “oggi, una buona parte degli impiegati utilizza lo smart working”,  cosa che comporta il “50% del viaggi in meno di diminuendo traffico urbano, ferroviario e aereo”. Gates prevede che “la metà dei viaggi di lavoro (business travel) sparirà, così come passeremo oltre il 30% dei giorni in meno in ufficio”. Al contempo “sarà penalizzato il networking tra colleghi e i rapporti di amicizia”.