Il Ps ha una nuova direzione (e un vice-presidente "fuori programma")

Il Ps ha una nuova direzione (e un vice-presidente "fuori programma")

Giugno 10, 2020 - 22:48
Posted in:

Il partito socialista era riunito questa sera a Giubiasco in comitato cantonale.  Sono stati eletti due vicepresidenti e i membri della direzione cantonale. 

Il Partito socialista ha rotto per primo la “quarantena” degli eventi politici, con il Comitato cantonale che si è riunito questa sera al ristorante Millefiori di Giubiasco, nel primo evento partitico di rilievo e “in presenza” dopo la fine del lockdown.

All’ordine del giorno dei socialisti vi era quanto rimasto in sospeso dal “lockdown” e dall’elezione di Laura Riget e Fabrizio Sirica alla co-presidenza del Partito socialista durante l’ultimo congresso, ovvero l’elezione dei membri della direzione del partito e dei vicepresidenti. Una decisione quella del comitato cantonale, che non è stata priva di discussioni. I candidati per la direzione proposti dalla co-presidenza erano Antonia Boschetti, Federica Caggia, Igor Cima, Danilo Forini, Nathalie Gianola-Tami, Martina Malacrida e Carlo Zoppi, a cui si aggiungeva Evaristo Roncelli (già presidente del comitato cantonale e uno dei candidati alla presidenza, in tandem con Simona Buri) quale vicepresidente. Per la stessa carica si è candidato pure il membro di direzione uscente e municipale di Massagno Adriano Venuti, che non è stato scelto dalla nuova co-presidenza per proseguire il lavoro in direzione. Proprio su questo punto i socialisti si sono a lungo soffermati e confrontati, fra chi ha sostenuto la candidatura di Adriano Venuti (fra gli altri la granconsigliera Anna Biscossa) e chi Roncelli (il candidato al Municipio di Lugano Aurelio Sargenti fra gli altri), e chi per l’elezione di entrambi (Celestino Falconi, ma anche lo stesso Venuti, che ha precisato che la sua non era una candidatura contro Roncelli), ipotesi altresì prevista.

La direzione ha difeso la sua scelta definita di “rinnovamento”. La co-presidente Laura Riget ha spiegato che la presenza di Adriano Venuti in direzione è stata presa in considerazione, ma con il diretto interessato non si è riuscito a trovare l’intesa necessaria. In ogni caso, ha poi sostenuto il co-presidente Fabrizio Sirica, pur difendendo la scelta della co-presidenza, se il comitato cantonale eleggesse Venuti si lavorerà comunque nel migliore dei modi. Così è stato. Alla vicepresidenza sono stati eletti sia Roncelli, con una quarantina di voti favorevoli, che Venuti, con una trentina di voti (su un totale di 54 schede e con la maggioranza assoluta di 28 necessaria).

Il comitato cantonale, questa volta senza discussioni, ha poi votato per acclamazione in toto i restanti membri della direzione proposti dalla co-presidenza, dopo la loro presentazione personale.

Il comitato cantonale ha votato a favore della mozione presentata da Tiziana Mona e Nenad Stojanovic per revisionare gli statuti, per poi passare alla trattanda dei temi in votazione federale il prossimo settembre.

Il comitato cantonale ha anche eletto i sette membri ticinesi dell’assemblea dei delegati del Partito socialista svizzero. Ad essere eletti, su 13 candidati, sono stati Evaristo Roncelli, Federica Caggia, Yannick Demaria, Ornella Buletti, Corinne Sala, Nenad Stojanovic e Bruno Storni (il consigliere nazionale è risultato il meno votato fra gli eletti).