Il Rabadan si fa green. Un nuovo bicchiere, ecologico e "hi-tech"

Il Rabadan si fa green. Un nuovo bicchiere, ecologico e "hi-tech"

Dicembre 16, 2019 - 15:52
Posted in:

Presentato oggi a Bellinzona il progetto per rendere "green" il Rabadan. Tre i punti fondamentali: una migliore gestione della raccolta differenziata, le stoviglie lavabili e un nuovo bicchiere, lavabile ed abbinato ad un'app.

Anche il Rabadan si dà all’onda verde. Oggi a Bellinzona è stato presentato il progetto di gestione delle stoviglie è bicchieri, che a partire dall'edizione dell'anno prossimo della popolarissima manifestazione bellinzonese vuole ridurre drasticamente la produzione di rifiuti. 
 
Il progetto "RabaGrenn 2020" promosso dall'associazione che gestisce il Carnevale bellinzonese è sostenuto dalla Città di Bellinzona, dal Dipartimento del territorio, dall'Azienda cantonale dei rifiuti e dal WWF. Oggi a presentarlo c'erano il sindaco di Bellinzona Mario Branda, il presidente del Rabadan Flavio Petraglio, il municipale di Bellinzona Christian Paglia e il responsabile della logistica del Rabadan Mauro Bissolotti (presente anche il "sire" del carnevale Renato Dotta).
 
Progetto che, è stato esposto oggi in conferenza stampa, si articola su tre punti fondamentali:  l'intensificazione della raccolta differenziata, l'utilizzo di stoviglie lavabili per le risottate del Carnevale, ma soprattutto, un innovativo bicchiere riutilizzabile prodotto da una start-up di Genova. 
 
Un programma ecologico che prevede un'investimento complessivo di 80'000 franchi (di cui 10'000 da parte della Città di Bellinzona e 15'000 da parte di Acr e Cantone) voluto, in tempi di onda verde, per ridurre le attuali 40 tonnellate di rifiuti prodotti durante la settimana di manifestazione carnevalesca. 
 
Il progetto, ha spiegato in apertura il presidente del Rabadan Petraglio, si inserisce nell'ottica che già in passato ha portato il Rabadan ha prestare attenzione alla parte ecologica, con gli importanti investimenti per favorire la mobilità pubblica quale mezzo per raggiungere la manifestazione. Complessivamente si è arrivati a una cifra superiore ai 300'000 franchi a sostegno delle varie corse speciali di treni e bus presenti durante la il carnevale. Oggi circa la metà degli utenti raggiunge il Rabadan con i mezzi pubblici. 
 
Per quanto riguarda le tradizionali "risottate", è stato spiegato, da quest'anno è stato possibile introdurre le stoviglie lavabili in loco. Negli scorsi anni questa possibilità era stata accantonata poiché richiedeva il trasporto fuori dal carnevale delle stoviglie da lavare.
 
La novità più importante come detto riguarda però quello che diventerà il bicchiere ufficiale del carnevale, che rimarrà in possesso dell'utente per tutta la durata della manifestazione (e pure dopo). Si tratta di un bicchiere lavabile realizzato in silicone platinico alimentare (estratto dalla sabbia e non da petrolio). Le caratteristiche del bicchiere sono l'alta flessibilità (e dunque non si rompe e si può mettere in tasca), la rispondenza a criteri di sicurezza (era impossibile ad esempio utilizzare un bicchiere di vetro) e la possibilità di essere lavato oltre 2'000 volte. 
 
Il bicchiere, prodotto dalla start-up di Genova "Pcup" (era presente oggi a Bellinzona il fondatore Stefano Fraioli) è pure dotato di un chip in grado di registrare le consumazioni (sarà dunque possibile contare quanti bicchieri di plastica sono stati “risparmiati”). Abbinata al bicchiere vi è un'app per cellulari (facoltativa per l'utente) che fornirà ulteriori servizi: informazioni in tempo reale sull'evento, possibilità di interagire con gli altri utenti, informazioni sul Rabadan nel corso dell'anno, offerte, … .
 
Per quanto riguarda il costo per l'utenza del bicchiere, esso sarà offerto a chi acquista il pass settimanale del Rabadan. Il costo per gli altri utenti sarà di 5 franchi. Esso sarà venduto anche nelle tendine (con un compenso di 50 centesimi a bicchiere per il partner). La stessa proposta viene fatta agli esercizi pubblici nel perimetro del Rabadan.