Internet Explorer va in "pensione"

Internet Explorer va in "pensione"

Agosto 23, 2020 - 19:17

Microsoft annuncia che il suo storico browser Internet Explorer verrà parzialmente messo da parte. 

Quasi una rivoluzione per quanto riguarda i prodotti software targati Microsoft. L’azienda fondata da Bill Gates ha annunciato che nella sua “Microsoft 365”, ovvero un prodotto ad abbonamento che include i pacchetti Office, oltre a servizi cloud, non verrà supportato più, ala partire da agosto 2021, Internet Explorer, lo storico browser che è un pilastro portante nella diffusione di massa di internet e con cui molti hanno imparato a “navigare”. Da allora di acqua sotto i ponti ne è passata, come pure sono giunti altri browser che hanno superato (sia per successo che per innovazione) Internet Explorer, come per altro ha ammesso la stessa Microsoft, che ha indicato nell’arretratezza di Explorer uno dei motivi di questo pensionamento. Ora Microsoft punta sul suo altro browser, “Edge”.

Un pensionamento, ma non integrale. Infatti Internet Explorer continuerà ad essere supportato (almeno per qualche anno), sugli attuali sistemi operativi e gli aggiornamenti necessari continueranno ad essere garantiti, dice Microsoft. Internet Explorer “sopravviverà”, ma, appunto, non sarà più il privilegiato. Edge, sostiene Microsoft, è quello che ora rappresenta l’avanguardia dell’azienda per la sicurezza, la privacy, la facilità d'uso e la produttività. Certo è che in ogni caso per Microsoft sono lontani i fasti del “periodo d’oro” di Explorer. Oggi il podio dei browser più usati è composto da Chrome (di Google), Safari (di Apple) e dall’open-source Mozilla Firefox.