"Interpellanza: Preventivi intenzionalmente sottocosto?"

"Interpellanza: Preventivi intenzionalmente sottocosto?"

Giugno 21, 2020 - 19:59
Posted in:

Riceviamo e pubblichiamo. Interpellanza del consigliere comunale dei Verdi di Bellinzona Marco Noi. 

Lodevole Municipio,

I preventivi riguardanti le tre opere oggetto di inchiesta del Policentro di Pianezzo, dell’Oratorio di Giubiasco e dello Stadio di Bellinzona sono stati allestiti da progettisti incaricati all'esterno dell'amministrazione. Ci risulta che alcuni Municipi dei Comuni poi sono confluiti nella Nuova Bellinzona, come anche in quello della Nuova Città stessa, c’era rispettivamente c’é ancora la prassi di ridurre i preventivi dei progetti poi presentati ai Consigli comunali, forse per farli approvare più facilmente. Se questo fosse vero, si spiegherebbero almeno in parte i sorpassi di spesa che stanno facendo discutere i Bellinzonesi.

 

Chiediamo pertanto:

  1. Indipendentemente dai sorpassi generati rispetto ai crediti stanziati, come è stata gestita la fase di raccolta e selezione dei preventivi per preparare la richiesta di credito e la fase esecutiva da parte dei vecchi Municipi per i progetti di Pianezzo, Giubiasco e del nuovo Municipio per il progetto Stadio?
  2. Se corrispondesse al vero, per quali motivi i Municipi hanno ridotto i preventivi presentati ai rispettivi consigli comunali?
  3. Nel caso di riduzione dei preventivi, sono stati ridotti anche i contenuti dei progetti?
  4. A quanto ammontavano i preventivi degli architetti progettisti del Policentro di Pianezzo e a

    quanto ammontava il credito sottoposto al Consiglio comunale di Pianezzo?

  5. A quanto ammontavano i preventivi dell'architetto progettista di Giubiasco e a quanto

    ammontava il credito sottoposto al Consiglio comunale di Giubiasco?

  6. A quanto ammontavano i preventivi del progettista per il progetto dello Stadio di Bellinzona

    e a quanto ammontava il credito sottoposto al Consiglio comunale di Bellinzona?

  7. Se i Consigli comunali avessero votato i preventivi allestiti inizialmente dagli architetti, di

    quanto sarebbe sforato il costo finale delle opere?

  8. Per i progetti sopra citati i rispettivi Municipi competenti hanno richiesto l’esecuzione di

    opere o contenuti supplementari dopo lo stanziamento del credito? I sorpassi sono

    riconducibili a soli imprevisti esecutivi?

  9. Oltre alle tre opere conosciute, ci sono attualmente altre opere in esecuzione o completate

    il cui credito è già stato votato e per i quali i preventivi sono stati ridotti a monte, prima di

    essere votati dai Consigli comunali?

  10. Per le opere non ancora in cantiere – edili o di genio civile – per le quali i crediti sono già

    stati votati dai precedenti Consigli comunali, non ritiene il Municipio di dover a questo punto verificare se ci sono discrepanze sostanziali tra i preventivi proposti dai progettisti e i crediti votati?

 

Marco Noi