La “Tesla” dei camion finisce nella bufera

La “Tesla” dei camion finisce nella bufera

Ottobre 05, 2020 - 18:53
Posted in:

L’azienda Nikola Motor, specializzata in camion a idrogeno, è stata travolta dalle accuse di frode.

Il mercato dell’automobile negli ultimi anni ha conosciuto molti sconvolgimenti. Tesla, l’azienda fondata da Elon Musk, ha raggiunto una capitalizzazione di mercato superiore a tutti i concorrenti, giganti dell’industria dell’automobile che producono milioni di vetture in più all’anno.

Non tutte le start up attive nel settore hanno saputo raggiungere i “fasti” di Tesla . È il caso di Nikola Motor, azienda specializzata nella produzione di camion a idrogeno, spesso chiamata la “Tesla dei camion”, che negli scorsi anni ha siglato collaborazione con importanti partner del settore quali Iveco e General Motors.

Nelle ultime settimane l’azienda è stata però travolta dalla bufera, tanto che il suo fondatore Trevor Milton si è dimesso dalla carica di ceo, sostituito da Stephen Girsky, un ex manager General Motors. Alla base del crollo vi è un rapporto redatto quattro settimane or sono da Hindenburg Research, che ha mosso verso  Nikola un’accusa di frode nei confronti degli investitori, che sarebbe stata perpetrata attraverso dichiarazioni non veritiere inerenti l’attuale stato delle tecnologie aziendali, come riferisce il portale Business Insider Italia. Stando al rapporto i vari modelli di camion presentati al pubblico sarebbero ancora molto lontani dalla produzione di serie per stato della tecnologia.

Proprio prima della pubblicazione di questo rapporto le azioni di Nikola avevano conosciuto un forte aumento. Alla pubblicazione del rapporto hanno fatto seguito le indagine della Sec, l’autorità di vigilanza statunitense sulle borse.