La crisi di domani sarà peggiore di quelle passate?

La crisi di domani sarà peggiore di quelle passate?

Aprile 18, 2020 - 08:32
Posted in:

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) prevede un crollo dell'economia per il 2020, ipotizzando una delle peggiori crisi di sempre (vedi qui). Per la Svizzera, ad esempio, è annunciata una riduzione del Prodotto Interno Lordo (PIL) del 6%, in riferimento all'anno in corso. A dare il via alla fase economica recessiva internazionale che ci troviamo di fronte è la pandemia di COVID-19. O per meglio dire, la sospensione di buona parte delle attività economiche: il cosiddetto lockdown. Come affrontare questa nuova crisi è un tema complesso, anche perché le ricette del passato potrebbero non essere sufficienti. L'azione della politica monetaria, ad esempio, è limitata da anni di politiche monetarie fortemente espansive, da parte delle principali banche centrali occidentali, compresa la Banca Nazionale Svizzera (BNS). L'inagibilità delle banche centrali è un pericolo che l'FMI aveva già denunciato lo scorso ottobre, nel suo World Economic Outlook (vedi qui).

Su Ticinotoday abbiamo cominciato a proporre riflessioni sulle implicazioni economiche del coronavirus già a inizio aprile – forse prima degli altri media – raccogliendo intervisti a economisti di rilievo. Il primo è stato Sergio Rossi, professore ordinario di macroeconomia e di economica monetaria all'Università di Friburgo, al quale abbiamo chiesto un parere sulle misure adottate dal Consiglio federale e soprattutto del futuro ruolo dello Stato nell'economia (vedi qui). In seguito, abbiamo pubblicato un'intervista a Marco Salvi, Senior Fellow e responsabile Società delle pari opportunità presso Avenir Suisse, con il quale abbiamo ragionato sugli effetti del lockdown in Svizzera (vedi qui). Infine, abbiamo raccolto le considerazioni di alcune delle associazioni di categoria ticinesi, riguardo agli aiuti statali alle imprese, previsti per questa delicata situazione (vedi qui).

L'esplorazione della crisi prosegue con Amarcord. In questa puntata, infatti, vi proponiamo l'estratto di una vecchia puntata di La storia siamo noi - programma di Rai 2, condotto da Giovanni Minoli – nella quale viene proposta prima una carrellata sulle crisi economiche del Novecento e poi un breve approfondimento sulla crisi del 2008, quella innescata dai mutui subprime. Nella puntata, c'è anche un bel confronto a distanza tra Romano Prodi, ex Presidente del Consiglio dei Ministri itailano, e Giulio Tremonti, già Ministro dell'economia e delle finanze in più governi Berlusconi, in Italia. Il nostro intento è quello di riscoprire le crisi del passato, per poter meglio affrontare la difficile situazione odierna.

 

Buon fine settimana.

TM