La fusione dei ghiacci in Groenlandia affoga Jovanotti

La fusione dei ghiacci in Groenlandia affoga Jovanotti

Agosto 06, 2019 - 06:10

Il meteorologo Mercalli lancia l'allarme: "fra 80 anni potremmo avere 1 metro di mare in più". Intanto, il concerto di Jovanotti ad Albenga è annullato perché "la spiaggia è quasi saprita". 

A seguito del caldo straordinario che sta colpendo la Groenlandia, la fusione dei ghiacci prosegue a velocità record. Lo scorso 14 giugno si sono fusi 2 miliardi di tonnellate di ghiaccio, e altri 10 miliardi di tonnellate d'acqua sono finite nell'Atlantico e nell'Artico, soltanto il 31 luglio del 2019. Si tratta dell'equivalente di circa 4 milioni di piscine olimpioniche. La perdita per la Groenlandia, in questa rovente estate, è di 197 miliardi di tonnellate di ghiaccio. Il portale online italiano Open, fondato da Enrico Mentana, ha voluto approfondire l'argomento, intervistando il meteorologo Luca Mercalli.
 
Mercalli, innanzitutto, non si dice sorpreso, in quanto si tratta di "un cambiamento in atto da oltre 30 anni"; anzi, prosegue il meteorologo, "nelle nostre Alpi i ghiacci sono messi anche peggio, si stanno riducendo fino all'estinzione". Tra i problemi principali individuati da Mercalli, vi è l'innalzamento del livello dei mari: "se tutta la Groenlandia rimanesse priva di ghiaccio, parleremmo di un innalzamento di circa 7 metri". Inoltre, l'immissione di grandi quantità di acqua dolce nel mare "possono disturbare la corrente del Golfo e cambiare la meteorologia dell'emisfero nord". Secondo l'intervistato, quindi, "quello che succede in Groenlandia potrebbe cambiare quello che viviamo noi". 
 
Per portare la discussione su un terreno concreto, Mercalli porta due esempi. Da un lato quello di Venezia, città per la quale un eccessivo innalzamento dei mari potrebbe creare serissimi problemi. Dall'altro, l'annullamento del concerto di Jovanotti ad Albenga, in Liguria. La data del Jova Beach Party (l'ultimo tour di Jovanotti), infatti, non si è potuta tenere a causa del restringimento della spiaggia. L'annullamento della serata del cantante italiano, probabilmente, non è direttamente correlata a quanto sta accadendo in Groenlandia. Quanto lascia intendere Mercalli, però, è che a problematiche di questo tipo dovremo purtroppo farci l'abitudine.