La "normalità " di essere fascista nel 21esimo secolo, fra balilla e saluti romani

La "normalità " di essere fascista nel 21esimo secolo, fra balilla e saluti romani

Ottobre 30, 2018 - 08:08
Posted in:

A Predappio, per l'anniversario della marcia su Roma, si sono radunati più di 2000 persone, che senza vergogna si dicono fascisti (sottolineando di essere persone per bene). E fra saluti romani, inneggi a Benito Mussolini e bambini vestiti come i dimenticati "balilla", si trovano ragazzi neanche ventenni che dicono che i libri di scuola sul fascismo dicono solo "cavolate". Anche questi sono elettori di Salvini.