"La ricerca sul vaccino presa di mira da hacker russi"

"La ricerca sul vaccino presa di mira da hacker russi"

Luglio 16, 2020 - 18:10
Posted in:

Il National Cyber Security Centre inglese sostiene che un gruppo di hacker, probabilmente sponsorizzati dal servizi segreti russi, abbia lanciato attacchi informatici contro le organizzazioni che stanno ricercando un vaccino per il covid.

Secondo i funzionari della sicurezza britannica hacker russi, che sarebbero sponsorizzati dal Cremlino, stanno prendendo di mira le organizzazioni britanniche, statunitensi e canadesi coinvolte nello sviluppo di un vaccino contro il coronavirus. Il National Cyber Security Centre (NCSC) del Regno Unito ha infatti dichiarato che società farmaceutiche e gruppi di ricerca sono stati presi di mira da un gruppo di hacker noto come APT29, gruppo che faceva "quasi certamente" parte dei servizi segreti russi.

I funzionari della sicurezza britannica, come riporta il Guardian, non hanno rivelato se gli attacchi informatici abbiano avuto successo nel sottrarre informazioni riguardanti lo sviluppo del vaccino. Tuttavia, hanno detto, gli attacchi non hanno compromesso il processo di sviluppo. I funzionari hanno detto di aver condiviso la propria valutazione con gli Stati Uniti e il Canada, che dovrebbero pure a breve comunicare degli aggiornamenti. Il segretario degli Esteri britannico, Dominic Raab, ha dichiarato che è "del tutto inaccettabile" che i servizi segreti russi si occupino della ricerca di un vaccino per il coronavirus. "Mentre altri perseguono i loro interessi egoistici con un comportamento sconsiderato, il Regno Unito e i suoi alleati continuano a lavorare duramente per trovare un vaccino e proteggere la salute globale. Il Regno Unito continuerà a contrastare coloro che conducono tali attacchi informatici e lavorerà con i nostri alleati per chiedere conto ai responsabili”, ha dichiarato.

APT29, il gruppo accusato di questi attacchi, è attivo da diversi anni ed è stato collegato agli attacchi al Partito democratico statunitense in vista delle elezioni presidenziali del 2016.