La Rsi "copia" Italia 1. "Una poltrona per due", a destra e a sinistra

La Rsi "copia" Italia 1. "Una poltrona per due", a destra e a sinistra

Dicembre 24, 2019 - 15:33
Posted in:

La Rsi "copia e incolla" Italia 1 e manda in onda alla Vigilia il film di John Landis. Nel Ps co-presidenze cantonali e nazionali.

Da quasi 10 anni, per la precisione dal 2010, l'emittente berlusconiana "Italia 1" manda in onda in prima serata il 24 dicembre, alla vigilia di Natale, il film di John Landis "Una poltrona per due", con Dan Aykroyd ed Eddie Murphy. Evidentemente alla direzione di Italia 1 chi si occupa di palinsesti è alquanto ripetitivo!
 
Ma quest'anno ad imitare e scopiazzare le fulgide menti che dirigono la rete di Mediaset ci hanno pensato i dirigenti di Comano, con la premiata ditta Canetta-Foletti, che attanagliati dal dubbio che nessuno avesse ancora visto la commedia di John Landis, hanno pensato bene di metterla in palinsesto, anche loro alla vigilia di Natale, solo qualche ora prima (ossia alle 15.50, ovvero al posto della serie tv "Un caso per due").
 
Questo è il risultato di chi si occupa in modo creativo e geniale dei palinsesti tv per questi giorni di festa.
 
Va bene tutto, ma forse per elaborare dei palinsesti "copia e incolla" basterebbero delle persone retribuite 100'000 franchi annui (che è già tanto) e non il quintuplo!
 
 
 
 
**********
 
 
 
Una poltrona per due, parte seconda. Anche a Bellinzona ci potrebbe essere una riedizione, in chiave politica, della commedia di John Landis. Infatti oggi Ticinotoday ha riportato che a Bellinzona, per la lista in Municipio di Lega e Udc, potrebbe scendere in campo il granconsigliere leghista, già candidato alle scorse elezioni federali, Michele Guerra (vedi qui). La discesa in campo del granconsigliere di Pollegio (da cui ovviamente si dovrebbe spostare per candidarsi nella Turrita) potrebbe scombussolare le carte nella destra di Bellinzona. Non è difficile immaginare che questa eventualità possa aver fatto "storcere" il naso a qualcuno in casa Udc, che, soprattutto con la candidatura dell'ex sindaco Brenno Martignoni, già poteva pensare di assaporare un posto nell'Esecutivo bellinzonese. 
 
Forse sarà anche dovuto a questo l'uscita sui media del democentrista Alessandro Torriani, che in un comunicato (vedi qui) ha "tirato un po' le orecchie" ai cugini leghisti (comunicato da cui la sezione Udc di bellinzona si è poi distanziata).
 
 
 
 
**********
 
 
 
 
Una poltrona per due, parte terza. Evidentemente nei socialisti piace molto la pellicola con Eddie Murphy, tanto da farla diventare un "must" di organizzazione politica. 
 
A livello nazionale, nel Pss, la sostituzione di Levrat verrà molto probabilmente effettuata con un co-presidenza.  Mattea Meyer e Cédric Wermuth  potrebbero essere probabilmente i due che condivideranno la poltrona di presidente nazionale del Pss (vedremo nelle prossime settimane se anche il grigionese John Pult si candiderà alla presidenza, affiancato da una donna).
 
Ma una poltrona per due è anche molto di moda in Ticino. Infatti, come da noi già anticipato (vedi qui), allo stato attuale la successione di Righini è appannaggio della coppia Riget-Sirica, che guiderebbero il partito in co-presidenza. Da vedere se nelle prossime settimane si candiderà un'altra coppia che vorrà guidare il partito con la formula della co-presidenza.
 
Almeno a sinistra il 2020 si preannuncia l'anno delle "poltrone per due".