La sindaca di Parigi scende in campo per l'Eliseo

La sindaca di Parigi scende in campo per l'Eliseo

Settembre 12, 2021 - 18:24
Posted in:

Anne Hidalgo ha annunciato oggi la sua intenzione di candidarsi alle elezioni presidenziali francesi del prossimo anno.

Nel suo programma una Francia più ecologica, salari più alti, meno burocrazia e una Repubblica più "decentralizzata"...

La corsa per l’Eliseo in vista delle elezioni presidenziali in Francia il prossimo aprile si arricchisce di un nome di peso: la sindaca socialista di Parigi, Anne Hidalgo, che ha annunciato oggi la sua decisione di candidarsi alla presidenza della Repubblica francese (l’ultimo sindaco di Parigi a candidarsi alla presidenza della Repubblica fu Jaques Chirac nel 1995, che poi venne eletto). "Ho deciso di essere candidata alla presidenza della Repubblica francese"  ha annunciato oggi a Rouen, in Normandia, la Hidalgo, prima donna ad essere eletta sindaco della capitale francese nel 2014. “Sotto i nostri occhi, il modello repubblicano si disintegra. Ho deciso di candidarmi per offrire un avvenire ai nostri figli e per costruire una Francia più giusta”, ha dichiarato. Fra i punti principali del suo programma vi sono la transizione ecologica, l’aumento dei salari e il taglio alla burocrazia, ha spiegato, e la Francia che immagina è “una Repubblica decentralizzata, più vicina ai cittadini”. Francese nata in Spagna, figlia di un’operaio del cantiere navale di Cadice e di una sarta, come ha ricordato oggi dal porto di Ruen, Hidalgo ha detto di voler “cominciare col mettere fine al disprezzo, all'arroganza, alla condiscendenza di coloro che conoscono tanto male le nostre vite”, attaccando indirettamente il presidente Emmanuel Macron.

Sempre oggi ha ufficialmente annunciato la sua nuova candidatura all’Eliseo (aveva già sfidato Macron nel 2017), la leader del Rassemblement National Marine Le Pen (la sua ricandidatura era già data di fatto per certa). Le Pen ha anche annunciato la sua intenzione di lasciare la presidenza del movimento. "La logica mi impone oggi di uscire dalle logiche partigiane, ho preso la decisione di lasciare la presidenza del nostro movimento”, ha dichiarato. “Siamo diventati un partito di governo in questi 10 anni, in questo momento il Paese è a un incrocio fra l’abisso e la vetta”, ha detto Le Pen.

Oltre all’uscente Macron fra gli altri nomi di un certo peso che si contenderanno la guida della Francia alle elezioni di aprile 2022 vi sarà anche l’ex negoziatore Ue per la Brexit Michel Barnier, che ha annunciato la sua candidatura alle primarie della destra lo scorso 26 agosto.