Lavoratori altamente qualificati. La fiscalità svizzera è ancora competitiva?

Lavoratori altamente qualificati. La fiscalità svizzera è ancora competitiva?

Gennaio 16, 2020 - 09:50
Posted in:

Aumenta la concorrenza fiscale internazionale per i lavoratori altamente qualificati. I Cantoni svizzeri mantengono un'imposizione al di sotto della media internazionale. Sono questi alcuni elementi che emergono dal BAK Taxation Index 2019.

Fiscalità per i lavoratori qualificati: come si posizionano i Cantoni svizzeri rispetto alla concorrenza internazionale? Il tema della competitività fiscale internazionale per i lavoratori qualificati è  stato analizzato nel BAK Taxation Index 2019, elaborato dall'istituto BAK Economics.
Come spiega lo stesso istituto in un comunicato stampa odierno "il BAK Taxation Index 2019 indica un aumento della concorrenza fiscale internazionale per i lavoratori altamente qualificati rispetto al 2017. I principali attori come la Francia e gli Stati Uniti hanno recentemente ridotto in modo significativo la pressione fiscale".
"Da quando i cantoni svizzeri hanno svolto i loro compiti di politica fiscale", continua BAK Economics, "continuano a svolgere un ottimo lavoro rispetto ad altri paesi per quanto riguarda la tassazione dei lavoratori altamente qualificati. Tutti i Cantoni impongono ai lavoratori altamente qualificati un onere inferiore rispetto alla media internazionale. In particolare, i concorrenti europei continuano a tassare i lavoratori altamente qualificati ad un'aliquota più elevata".
 
Segue il comunicato stampa
 
Riduzione della pressione fiscale internazionale per i lavoratori altamente qualificati
 
Le imprese sono interessate dalla concorrenza fiscale internazionale", spiega BAK Economics nel comunicato. "Tuttavia, la concorrenza per la tassazione dei lavoratori qualificati si sta inasprendo. Lo dimostra il BAK Taxation Index 2019 per i lavoratori altamente qualificati, che misura l'onere fiscale effettivo per l'assunzione di una sola persona altamente qualificata con un reddito netto di 100.000 euro.
 
La pressione fiscale media sui lavoratori altamente qualificati in tutto il mondo nel 2019 è diminuita di 1,4 punti percentuali rispetto al 2017. Significative riduzioni fiscali sono state registrate in particolare in Francia (-5,9 punti percentuali), negli Stati Uniti (-3,5 punti percentuali) e in Norvegia (-3,3 punti percentuali). Anche Cina, Danimarca, Regno Unito, Finlandia e Belgio hanno registrato riduzioni di almeno 1,0 punti percentuali. Tuttavia, in alcune località sono stati registrati aumenti, soprattutto in Irlanda (+2,0 punti percentuali), ma questi hanno avuto un impatto minore rispetto alle riduzioni". 
 
Rispetto al trend internazionale, la media svizzera in tutti i Cantoni è diminuita leggermente (- 0,1 punti percentuali). Mentre la pressione fiscale per i lavoratori altamente qualificati è diminuita nella maggior parte dei Cantoni, nella maggior parte dei casi è stata solo marginalmente ridotta. Le riduzioni maggiori si sono registrate nei Cantoni di Svitto e Sciaffusa (-0,7 punti percentuali). In alcuni Cantoni si sono registrati anche leggeri aumenti delle imposte.
 
I Cantoni svizzeri continuano a registrare buoni risultati
 
Nonostante l'accelerazione della concorrenza fiscale internazionale per i lavoratori altamente qualificati, i cantoni svizzeri continuano a ottenere ottimi risultati nella classifica internazionale. I cantoni della Svizzera centrale si posizionano ai primi posti, mentre quelli della Svizzera occidentale si collocano all'altro capo dello spettro. Tuttavia, la pressione fiscale in tutti i Cantoni è inferiore alla media internazionale (37,9%).
 
I cantoni appaiono ancora più attraenti se confrontati con le località concorrenti dell'Europa occidentale, meridionale e settentrionale. Ad esempio, l'onere fiscale medio in Svizzera (31,8%) è di circa 10 punti percentuali inferiore a quello dei suoi vicini in Germania, Francia e Austria - e più di 20 punti percentuali davanti all'Italia.
 
 
BAK Taxation Index - metodologia
 
Pubblicato regolarmente dal 2003 dalla BAK Economics AG in collaborazione con il Leibniz-Zentrum für Europäische Wirtschaftsforschung (ZEW), il BAK Taxation Index misura l'attrattiva fiscale di tutti i 26 cantoni svizzeri e delle loro principali regioni concorrenti internazionali. L'indice è calcolato per le imprese e le persone fisiche altamente qualificate. Nel caso dei cantoni svizzeri, l'onere fiscale è calcolato per la capitale cantonale, nel caso delle sedi internazionali per il capitale economico. Il BAK Taxation Index comprende tutti i tipi rilevanti di imposte ai diversi livelli di amministrativi e presenta l'onere fiscale effettivo rilevante per gli investitori.
 
Il BAK Taxation Index per le persone fisiche altamente qualificate misura gli oneri EATR per i lavoratori altamente qualificati, ossia l'onere fiscale e contributivo effettivo sostenuto dai datori di lavoro dei dipendenti altamente qualificati:
 

  • Il calcolo dell'indice si basa sul caso standard di una singola persona fisica senza figli con un reddito al netto delle imposte di 100.000 euro.
  •  Il calcolo tiene conto di tutte le imposte pertinenti, comprese le rispettive norme che disciplinano la determinazione della base imponibile, ad esempio la deducibilità dei contributi dei dipendenti alle assicurazioni sociali e alle pensioni aziendali e professionali. Sono inclusi anche i contributi previdenziali (a condizione che abbiano carattere fiscale), nonché i contributi e le imposte sui salari pagati direttamente dal datore di lavoro.

 
Tuttavia, la discussione sulla competitività di una regione e sulla sua attrattività come sede commerciale e residenziale non dovrebbe essere limitata al solo onere fiscale. Altri fattori locali giocano un ruolo altrettanto importante (ad esempio la capacità di innovazione, la qualità della vita, le normative, ecc.)