Le "opportunità" del coronavirus: riconvertirsi ai ventilatori?

Le "opportunità" del coronavirus: riconvertirsi ai ventilatori?

Marzo 15, 2020 - 14:18
Posted in:

Il ministro della sanità inglese invita i produttori a riconvertire parte della propria produzione ai ventilatori medici necessari per trattare i pazienti di covid-19. 

Mentre in Gran Bretagna si discute sull'approccio del Governo nell'affrontare il coronavirus, dopo che Patrick Vallance, consulente per la sanità di Boirs Johnson aveva parlato di "immunità di gregge" e fino al 60% di britannici contagiati (ora sarebbe in valutazione un provvedimento che impone una sorta di quarantena preventiva agli over 70), il segretario di Stato per la salute Matt Hancook ha rivolto un invito a tutti produttori manifatturieri britannici. 
 
Il ministro della sanità ha infatti invitato i produttori a prendere in considerazione la possibilità di concentrare una parte della loro produzione sulla realizzazione di ventilatori medici necessari per il trattamento del crescente numero di pazienti affetti da covid-19. 
 
Oggi la segretaria della sanità ha detto il Regno Unito ha a disposizione 5'000 ventilatori, ma ne ha bisogno di molti di più. Hancock ha detto che "chiunque possa" dovrebbe "trasformare le proprie menti ingegneristiche e le linee di produzione per farli. Dobbiamo produrre di più".
 
Hancock ha affermato al Andrew Marr Show che il governo era in discussione con "tutti i tipi di aziende", compresi i produttori di automobili e gli ingegneri militari. Rolls-Royce, JCB e Unipart erano tutti tenuti a parlare con il primo ministro in teleconferenza, secondo un rapporto del Sunday Telegraph.
 
 
Tuttavia c'è chi mette in dubbio l'utilità di avere ventilatori senza personale medico per utilizzarli. "Abbiamo il numero di medici che abbiamo, vogliamo rimettere in servizio le persone che sono andate in pensione da poco e, per esempio, liberare i medici da alcune altre mansioni e farli rientrare nel servizio sanitario", ha spiegato Hancook.