Le sovranità dimenticate

Le sovranità dimenticate

Novembre 23, 2018 - 15:59
Posted in:

A pochi giorni dalla votazione sull'"autodeterminazione" Dick Marty ci ricorda la vicenda dei voli della Cia.

Nel dicembre dello scorso anno il bitcoin viveva il suo periodo di maggior “gloria”, raggiungendo un valore di quasi 20’000 dollari. Nel corso di questo hanno la blockchain, la tecnologia che sta alla base delle criptomonete, ha conosciuto una crescita di popolarità, tanto che anche alle nostre latitudini se ne parla come un possibile settore di sviluppo. Il “figlio” più noto della blockchain invece, il bitcoin appunto, di fortuna in questo anno ne ha avuta meno (vedi qui).
 
Ieri sera a Locarno Dick Marty ha parlato del suo libro, “Une certaine idée de la justice”, che raccoglie le esperienze fatte nel corso della sua lunga attività politica e presso il Consiglio d’Europa. Ha parlato anche ovviamente dell’indagine che lo ha reso celebre su scala internazionale, quella sui voli segreti della Cia avvenuti in Europa, con la complicità o il silenzio delle autorità europee, svizzere comprese (vedi qui).
 
Filippo Contarini, nella sua rubrica Malleus Maleficarum ospitata su Ticinotoday, ha intervistato il granconsigliere Ps Carlo Lepori, sul tema dell’intelligenza artificiale. Fra le problematiche sollevate vi è quella della protezione dei dati che oggi finiscono, volontariamente o meno, nelle mani dei colossi Usa del web (vedi qui).
 
E dagli Usa la candidata alle presidenziali (vinte da Trump) Hillary Clinton raccomanda all'Europa un "colpo di reni" sull'immigrazione (vedi qui).
 
Domenica invece si voterà sull’iniziativa “Per l’autodeterminazione”, con cui l’Udc vuole anteporre “il diritto svizzero ai giudici stranieri”. Qualunque sia l’esito delle urne, dopo una campagna in cui spesso la parola "sovranità" è stata evocata, possiamo constatare che delle "altre" sovranità, quella dei dati, come di quella (mancata) sui voli Cia, poco si è parlato.