Lega: veterani e nuove leve

Lega: veterani e nuove leve

Gennaio 22, 2019 - 20:23
Posted in:

Un volto storico e uno che si affaccia alla politica. I candidati al Gran Consiglo Attilio Bignasca e Elia Amborisini.

Grande ‘boato’ la scorsa domenica alla festa della Lega quando è stato annunciato il ritorno in lista per il Gran Consiglio alle Cantonali del prossimo aprile, anticipato da Ticinotoday (vedi qui), di Attilio Bignasca. La candidatura del “veterano” della Lega, già coordinatore del movimento, capogruppo in Gran Consiglio e consigliere nazionale, sicuramente, con il gran numero di preferenziali che raccoglierà, aiuterà la Lega ad aumentare le “schede” e dunque le possibilità di “strappare” un seggio ad altre forze politiche. Bignasca, ci ha detto domenica a Lugano, tornerà in Gran Consiglio (dando per scontata la sua elezione), per rimettere un po’ d’ordine. Bisogna “migliorare l’efficenza del Gran Consiglio, in questi due anni è stata una vergogna per la democrazia”, ci ha detto. Ad esempio “Non si può farsi condizionare da un deputato di un partito poco sopra l’1%”. Il riferimento a Matteo Pronzini non abbisogna di spiegazioni.
Ma a fronte di un veterano che ritorna in lista si affacciano sulla scena politica “nuove leve”. Il 19enne Elia Ambrosini, di Bellinzona, in lista per il Gran Consiglio è sicuramente fra queste.
“Mi sono candidato perché questo Cantone mi ha dato tutto”, ci dice, “la Lega porta dei principi validi e cerca di portare avanti degli ideali che voglio far crescere il Ticino”. “Qualora fossi eletto la mia priorità sarà quella di aiutare il ceto medio, che ogni anno viene tartassato sempre di più, dalle casse malati, dalle imposte, dai prezzi che aumentano, mentre gli stipendi rimangono fermi da 20 anni".