L'elefante perde la proboscide: crisi anche per ricchi

L'elefante perde la proboscide: crisi anche per ricchi

Luglio 13, 2020 - 16:18
Posted in:

Lunedì 13 luglio. L’estate si fa calda, come dovrebbe essere, ma sappiamo che non sarà un’estate normale. Sarà probabilmente poca la gente che si recherà all’estero per le vacanze, preferendo trascorrerle all’interno dei confini della Confederazione. A guardare il numero di persone nei ristoranti e le auto con targhe d’Oltralpe per le strade, sembra di capire gli effetti delle “vacanze in casa” obbligate si facciano già vedere. Ma senza eventi, feste, sagre varie (se non in forma ridotta), rischia di essere un'estate un po' noiosa...

Sul fronte del coronavirus i contagi sono altalenanti: nel week end in Ticino si sono registrati 8 nuovi casi (e due ospedalizzati), mentre in Svizzera i nuovi contagi sono di nuovo scesi sotto 100, con 63 nelle ultime 24 ore. C’è chi si preoccupa e chi meno (l’ex “mister coronavirus” Daniel Koch ha detto oggi che la situazione non è ancora preoccupante, vedi qui). In effetti oggi in Ticino dovremmo avere, stando alle tabelle pubblicate sul sito del Cantone, 4 ospedalizzati. A marzo si era arrivati a oltre 400). Intanto negli ultimi giorni si registra quello che sembra essere il fallimento (a meno di una ripresa colossale dei download, magari spinta da una “sana” campagna di allarmismo) dell’app SwissCovid: doveva essere almeno il 60% della popolazione a scaricarla, si è arrivato a poco più di un milione. Oggi Filippo Contarini nella rubrica “Malleus Maleficarum” parlerà dell’argomento.

Sul fronte dell’economia, rimane incerto quali saranno le conseguenze di questa crisi da coronavirus. Negli ultimi tempi si assiste a un certo ottimismo (vedasi report Ubs) in Svizzera, e si prevede una crisi sì “fulminea”, ma che dovrebbe rientrare pure rapidamente. Staremo a vedere. Intanto l’economista serbo-statunitense Branko Milanovic ha fornito un interessante contributo sul fronte di uno dei temi che più sono stati al centro del dibattito politico-economico negli scorsi anni: quello delle diseguaglianze. Sorpresa: dal 2008 l’1% più ricco del mondo non se la sarebbe passata particolarmente bene. Nel "grafico dell'Elefante" la proboscide è scomparsa... (vedi qui).