L'Hubei tenta il ritorno alla normalità

L'Hubei tenta il ritorno alla normalità

Marzo 25, 2020 - 09:58
Posted in:

Con zero casi di contagi domestici la provincia cinese al centro dell'epidemia ha rimosso le misure restrittive. 

Dopo due mesi dall'introduzione delle restrizione per bloccare la diffusione del coronavirus, nell'Hubei, la provincia cinese epicentro del contagio, le misure restrittive sono state rimosse.

Le autorità cinesi hanno annunciato ancora una volta zero casi di contagio domestico, mentre ora i nuovi casi di contagio riguardano in prevalenza cinesi provenienti dall'estero. Nella giornata di ieri, secondo secondo i dati forniti dalla Commissione sanitaria nazionale (Nhc), si sono registrati 47 contagi importati, saliti in totale a 474. A Wuhan, la città al centro del contagio, le restrizioni saranno invece rimosse l'8 aprile. 

Mentre in Cina l'emergenza sembra essere alle spalle, gli Stati Uniti si trovano confrontati con un numero di casi sempre maggiore. I contagi hanno superato i 50'000 e l'epicentro è la città di New York. Con 53'000 contagi le cifre degli Stati Uniti si avvicinano a quelle dell'Italia (54'000), il secondo Paese con più contagi dopo la Cina. Anche due trader della borsa di New YYorksono risultati positivi al virus, nonostante le misure messe in campo. Gli operatori che negli ultimi giorni hanno lavorato al New York Stock Exchange trading floor sono stati invitati ad osservare un periodo di auto isolamento. 

Anche in Europa il numero di contagi sale. 42'000 in Spagna, 32'000 in Germania, 22'000 in Francia. Fuori dall'Europa sono 24'000 i contagi in Iran.