L'India paga a caro prezzo il lockdown

L'India paga a caro prezzo il lockdown

Settembre 01, 2020 - 14:22
Posted in:

Il dato del Pil del secondo semestre dell'India indica -23,9%. 

Fra i Paesi che hanno pagato maggiormente la crisi del coronavirus e i conseguenti lockdown, sembra proprio esserci l’India, che nel secondo trimestre ha registrato un crollo storico del PIL: -23,9%, il più pesante dall’inizio delle rilevazioni (1996). L’India è stato uno dei Paesi che ha operato uno dei blocchi più severi: gli Indiani sono stati obbligati a rimanere a casa, i trasporti sono stati sospesi e la maggior parte delle attività economiche sono state chiuse.

A riferire questi dati è stato l'Istituto nazionale di statistica del Paese. Si tratta di un calo molto maggiore di quelli conosciuti dalle altre principali economie mondiali: Stati Uniti, Germania, Giappone, nello stesso periodo hanno conosciuto cali intorno al 10%.

Secondo i dati diffusi ieri i settori più colpiti in India sono edilizia e industria dei trasporti. La situazione potrebbe però essere ancora più grave di quanto descrivono i numeri. Infatti, come ha osservato il New York Times, vi è un alta quantità di lavoro “informale”, ovvero braccianti, conducenti di risciò, ecc., che sfuggono alle statistiche del Governo.