L'Iran minaccia ritorsioni dopo l'uccisione dello scienziato

L'Iran minaccia ritorsioni dopo l'uccisione dello scienziato

Novembre 28, 2020 - 17:05
Posted in:

L'uccisione dello scienziato iraniano Mohsen Fakhrizadeh rischia di riaccendere la tensione con l'Iran, mentre gli Usa sono in procinto di cambiare amministrazione. 

L’uccisione dello scienziato iraniano Mohsen Fakhrizadeh, il principale scienziato in ambito nucleare dell’Iran, rischia di aumentare la tensione nello scenario mediorientale, dopo che l’Iran ha accusato Israele di essere responsabile dell’uccisione di Fakhrizadeh. L’Iran ha minacciato di vendicarsi dell’assassino dello scienziato, avvenuto venerdì, impegnandosi a proseguire il suo lavoro.

Oggi è giunto un appello alla calma da parte della Germania. "Poche settimane prima che la nuova amministrazione statunitense entri in carica, è importante mantenere lo spazio per i colloqui con l'Iran in modo che la disputa sul programma nucleare iraniano possa essere risolta attraverso i negoziati", ha detto un portavoce del ministero degli esteri tedesco. ”Esortiamo quindi tutte le parti ad astenersi da qualsiasi passo che possa portare ad un'ulteriore escalation della situazione”.

Gli Stati Uniti si sono ritirarti dall’accordo nucleare negoziato dall’amministrazione Obama con l’Iran nel 2018 per volere del presidente Trump, mentre la Germania si è impegnata per mantenere l’accordo intatto. Ora il presidente eletto Biden vorrebbe riattivare l'accordo del 2015 per limitare le attività nucleari dell’Iran. L’uccisione dello scienziato ora potrebbe complicare le cose.

L'ayatollah Ali Khamenei, leader supremo dell'Iran, ha detto oggi che i funzionari iraniani devono impegnarsi a "perseguire questo crimine e a punire i suoi autori e coloro che lo comandano".

Il presidente Hassan Rouhani ha accusato Israele dell'assassinio e che l'Iran avrebbe risposto "a tempo debito".