"Lo spazio è più vicino". La Virgin manda in orbita il suo "taxi"

Si è svolto senza intoppi il test della SpaceShipTwo "VSS Unity”, il futuro “taxi spaziale” dalla Virgin del miliardario Richard Branson che dovrebbe aprire lo spazio ai viaggi turistici. Si tratta della prima volta che la navicella della Virgin raggiunge lo spazio spinta dai suoi motori. La VSS Unity è partita dalla Terra agganciata al “White Knight Two”, un aereo più grande, che l’ha portata ad una quota di oltre 14’000 metri. Qui la navicella si è sganciata e ha puntato verso lo spazio con un'angolatura di 80 gradi e una velocità di Mach 1.87 (circa 2’300 chilometri orari), raggiungendo i 25’000 metri, fuori dall’atmosfera terrestre. Poi la VSS Unitiy ha spento i motori e ha completato l’atterraggio nel deserto del Mojave, in Nevada.
"Lo spazio ora sembra irresistibilmente vicino”, ha commentato Richard Branson su Twitter.
Il programma spaziale Virgin, che punta a portare nei prossimi anni turisti nello spazio (al prezzo di 250’000 dollari a biglietto), era stato in passato messo a dura prova. Nel 2014 la VSS Enterprise esplose in volo uccidendo il pilota Micheal Alsbury.

"Lo spazio è più vicino". La Virgin manda in orbita il suo "taxi"

"Lo spazio è più vicino". La Virgin manda in orbita il suo "taxi"

Aprile 08, 2018 - 20:08
Posted in:

Si è svolto senza intoppi il test della SpaceShipTwo "VSS Unity”, il futuro “taxi spaziale” dalla Virgin del miliardario Richard Branson che dovrebbe aprire lo spazio ai viaggi turistici. Si tratta della prima volta che la navicella della Virgin raggiunge lo spazio spinta dai suoi motori. La VSS Unity è partita dalla Terra agganciata al “White Knight Two”, un aereo più grande, che l’ha portata ad una quota di oltre 14’000 metri. Qui la navicella si è sganciata e ha puntato verso lo spazio con un'angolatura di 80 gradi e una velocità di Mach 1.87 (circa 2’300 chilometri orari), raggiungendo i 25’000 metri, fuori dall’atmosfera terrestre. Poi la VSS Unitiy ha spento i motori e ha completato l’atterraggio nel deserto del Mojave, in Nevada.
"Lo spazio ora sembra irresistibilmente vicino”, ha commentato Richard Branson su Twitter.
Il programma spaziale Virgin, che punta a portare nei prossimi anni turisti nello spazio (al prezzo di 250’000 dollari a biglietto), era stato in passato messo a dura prova. Nel 2014 la VSS Enterprise esplose in volo uccidendo il pilota Micheal Alsbury.