A Locarno chi si candida per il dopo Scherrer?

A Locarno chi si candida per il dopo Scherrer?

Dicembre 30, 2020 - 14:39
Posted in:

Ad aprire a Locarno le elezione daranno probabilmente anche qualche indicazione su chi sarà il futuro sindaco della Città dopo Scherrer…

Sulle rive del Verbano, da settimane si parla di un possibile ritiro dalla lista liberale per il Municipio da parte dell'attuale sindaco Alain Scherrer, che alcuni vedono come probabile successore del liberale Daniele Lotti alla testa della SES, Società Elettrica Sopracenerina (chissà se pure con lo stesso stratosferico stipendio?).

E invece no. Stando a fonte certa, l'attuale sindaco Scherrer si ricandiderà sulle liste liberali per il Municipio nel 2021.

Ma questo non vuol dire che finirà la legislatura rimanendo in carica fino al 2024. Infatti le cariche di direttore della SES e sindaco della Città, che è uno dei due grandi azionisti della società (l'altro è l'Aet), mal si conciliano. Controllore e controllato nella stessa persona non è opportuno.

Ecco che in casa liberale dunque, si continua a pensare alla successione di Scherrer a Palazzo Marcacci.

Dando per scontato la rielezione del sindaco, conterà parecchio chi, fra i liberali, arriverà secondo. Il favorito è Davide Giovannacci, ma proprio perché è inviso a quella parte della sezione ancora molto legata a Carla Speziali, non è scontato. Le alternative sono il neo-municipale liberale, subentrato a Niccolò Salvioni, Simone Merlini (il cui padre Aldo, è il vero deus ex machina dei liberali locarnesi, presidente di Locarno-Ascona Turismo e potentissimo vicepresidente di TicinoTurismo, dove ha affossato Elia Frapolli, per far posto al pupillo Trotta, oltre ad essere stato un convinto sostenitore della campagna elettorale del 2019, per il Consiglio di Stato, di Alessandro Speziali, senza disdegnare sostegni a granconsiglieri come il pipidino Paolo Caroni, piuttosto che la verde Samantha Bourgoin) o il granconsigliere Nicola Pini, che dopo un a legislatura in Consiglio comunale si candida anche al Municipio (ma parte sfavorito, visto che dimettendosi, Salvioni, ha permesso l'ingresso "anticipato" nell'esecutivo di Simone Merlini, che dunque da uscente, anche se solo con 8 mesi di permanenza nell’esecutivo, è maggiormente avvantaggiato).

I fedelissimi di Carla Speziali lasceranno veramente a Davide Giovannacci lo scettro della città?

A meno che il cda della SES decida di nominare come proprio direttore qualcun altro, così Alan Scherrer potrebbe tranquillamente concludere la propria legislatura e nel 2024 i nomi e le dinamiche sarebbero alquanto diverse.