Locarno. Verdi, Pop e Indipendenti: ecologia e socialità, con qualche "sorpresa"

Locarno. Verdi, Pop e Indipendenti: ecologia e socialità, con qualche "sorpresa"

Gennaio 10, 2020 - 20:24
Posted in:

Presentata oggi la lista di Verdi, Pop e indipendenti per il Municipio di Locarno. A correre per l’Esecutivo saranno Antunovic Marko, Barberis Tamara, Buzzi Noemi, Cavalli Gianfranco, Celesia Manuela, Cotti Fiorenzo e Zanchi Pierre.

Verdi, Partito operaio popolare (Pop) e Indipendenti di Locarno erano riuniti questa sera al Bistrot del Borgo, per un incontro con la popolazione in cui è stata presentata la lista per il Municipio e il programma elettorale in vista delle elezioni comunali del prossimo aprile.
 
Come noto i Verdi correranno con una loro lista, assieme al Partito operaio popolare, per l’Esecutivo della Città sul Verbano.
 
Nei setti nomi che si sono presentati questa sera vi sono volti noti, “nuove leve” e qualche sorpresa.
 
A correre per la lista Verdi-Pop-Indipendenti per il Municipio saranno Tamara Barberis, Manuela Celesia, Noemi Buzzi, Marko Antunovic (eletto alle scorse comunali fra le fila del Plr e ora “nuovo acquisto” della lista Verdi-Pop Indipendenti), Gianfranco Cavalli (Pop), Fiorenzo Cotti (fratello dell'attuale municipale Ppd Giuseppe Cotti) e Pierre Zanchi (consigliere comunale e già granconsigliere per i Verdi).
 
"Il programma articolato della lista si prefigge di realizzare anche a livello comunale quel cambiamento necessario per far fronte alle emergenze ambientali, quella climatica in primis, e quelle sociali", si legge nel comunicato. "Gli eletti della lista si impegneranno in particolare per una mobilità veramente sostenibile e rispettosa del clima, per una socialità che sostenga chi è in difficoltà, per una politica energetica che affronti l'emergenza climatica, per una gestione oculata delle finanze, per un bilancio ambientale e sociale, per una riduzione dei rifiuti da incenerire, per la salvaguardia degli spazi verdi, per una pianificazione territoriale sostenibile, per un maggior coinvolgimento dei cittadini e delle cittadine e per favorire attività imprenditoriali basate sui principi dell’economia circolare".
 
"La lista oltre a presentare esponenti dei Verdi e del POP ha dato un importante spazio agli Indipendenti", si legge, "in modo da dare una scelta anche a coloro che non si riconoscono più nei partiti tradizionali".