Lugano festeggia Chiesa e Quadri. E (ri)spunta anche Davide Enderlin

Lugano festeggia Chiesa e Quadri. E (ri)spunta anche Davide Enderlin

Febbraio 11, 2020 - 21:00
Posted in:

Questa sera la Città di Lugano ha ospitato un ricevimento in onore dei due deputati a Berna luganesi: il municipale e consigliere nazionale Lorenzo Quadri e il consigliere agli Stati Marco Chiesa. Molti i politici presenti. 

Lugano oggi ha "festeggiato" (un po' in ritardo) i suoi concittadini eletti a Berna in occasione della tornata elettorale dello scorso ottobre-novembre (il 20 ottobre per quanto riguarda il Consiglio nazionale e il 17 novembre nel ballottaggio per il Consiglio degli Stati).
 
A Palazzo civico sono così giunti in diversi per sentire i discorsi del sindaco di Lugano, il leghista Marco Borradori, del presidente del Consiglio di Stato, il Plr Christian Vitta, e soprattutto dei due "festeggiati", il municipale della Lega Lorenzo Quadri, che lo scorso ottobre è stato rieletto al Consiglio nazionale, e il consigliere agli Stati Udc Marco Chiesa, che ha riportato nella Città sul Ceresio uno dei due seggi ticinesi nella "Camera Alta" (era dal 1991, con l'uscita di Franco Masoni dal Consiglio degli Stati, che a Lugano era precluso un seggio nella Camera dei Cantoni, ha ricordato Quadri nel suo intervento). 
 
Naturalmente visto l'approssimarsi delle elezioni comunali l'appuntamento pubblico odierno è stato l'occasione per molti politici e candidati per "farsi vedere" e stringere mani. Presenti esponenti di molti partiti, anche se la sinistra sembra aver "boicottato" l'appuntamento: infatti erano presenti, per quanto riguarda i Verdi e il Partito socialista, solo la municipale Cristina Zanini Barzaghi e il consigliere comunale Antonio Bassi.
Viceversa era folta la presidenza di esponenti di Lega, Plr e Ppd: oltre al sindaco Borradori c'era anche il Municipale Michele Foletti e i candidati dell'Udc (che corre con la Lega per il Municipio) Tiziano Galeazzi e Alain Bühler. 
Da “casa” Plr c'erano i municipali Michele Bertini e Roberto Badaracco, e i candidati al Municipio Giovanna Viscardi, Morena Ferrari Gamba, Karin Valenzano, Fabio Schnellmann e Andrea Nava. Per il Ppd pure lista per il Municipio quasi al completo: c'erano Nadia Ghisolfi, Lorenzo Beretta Piccoli, Laura Tarchini, Michel Tricarico e il municipale Angelo Jelmini (che tuttavia non si ripresenta). C'erano pure Tamara Merlo, candidata sulla lista "Più donne" e poi diversi altri volti noti luganesi e non solo. Folta la "delegazione" del Consiglio di Stato: c'erano i ministri leghisti Claudio Zali e Norman Gobbi, il Ppd Raffaele De Rosa (oltre al già citato Vitta, Plr).  C’erano pure la già presidente delle Donne Ppd Cinzia Marini (recentemente dimessasi dall'incarico), la granconsigliera e presidente di AvioTicino Roberta Passardi, numerosi consiglieri comunali e politici luganesi: i leghisti Rodolfo Pulino, Boris Bignasca, Andrea Censi, Marco Bortolin, il presidente del Plr Guido Tognola, e molti altri. 
 
Ma c'era pure un ex consigliere comunale Plr, di cui recentemente si è parlato molto, anche se non per questioni politiche, ma giudiziarie (vedi il recente annullamento del processo sullo “scandalo Carige” da parte della Corte di Cassazione italiana). L'aperitivo di questa sera ha infatti visto il ritorno alla "vita pubblica" di Davide Enderlin, che durante l'aperitivo si è intrattenuto con alcuni dei presenti.