Ma io so io: Sordi in panne, nella serata di Dürrenmatt

Ma io so io: Sordi in panne, nella serata di Dürrenmatt

Giugno 16, 2020 - 17:55
Posted in:

Ieri, in occasione del centenario della nascita di Alberto Sordi, abbiamo lanciato il piccolo speciale Ma io so io. Nella prima puntata è stato proposto un video Rai, nel quale Paola Comin – collaboratrice di Sordi – racconta alcuni aneddoti sulla carriera e sulla vita del grande attore italiano (vedi qui).

Parallelamente alla serie di contributi sulla rubrica Amarcord, anche in Ultima Parola si è voluto ricordare Sordi, raccontando di quando, nell’estate del 2003, il Festival Internazionale del Film di Locarno (allora si chiamava così) omaggiò l’attore recentemente scomparso con un fuori programma (vedi qui). La pellicola che venne riproposta a Locarno 17 anni fa fu La più bella serata della mia vita (1972), una commedia diretta da Ettore Scola, liberamente tratta dal racconto Die Panne, Eine noch mögliche Geschichte (1956) dello scrittore svizzero Friedrich Dürrenmatt.

In questa seconda puntata del nostro speciale, vi proponiamo proprio la visione completa di La più bella serata della mia vita. Non si tratta di uno dei lavori più celebri né di Sordi, né di Scola. Per lo speciale Ma io so io, quindi, è un film ancor più interessante di altri, perché ci permette di proporre un contributo che probabilmente non tutti hanno già visto. Speriamo che ciò sia gradito.

Da segnalare, infine, che il film - nonostante il racconto sia ambientato in Svizzera - venne girato in Italia, all’interno del Castello di Tures, in provincia di Bolzano.

 

Buona visione.

TM