A Mendrisio la sinistra candida un poker d'assi, per raddoppiare in Municipio

A Mendrisio la sinistra candida un poker d'assi, per raddoppiare in Municipio

Dicembre 20, 2019 - 00:50

A Mendrisio la sinistra, che corre unita, punta su un "magico quartetto": Crivelli Barella, Gehring, Stephani e Stanga. 

Si era ancora nel caldo dell'estate, e in Piazza Grande a Locarno, durante il Film Festival, veniva proiettato il film (che alcuni hanno apprezzato molto, altri hanno aberrato) sul mito di Diego Armando Maradona. I più vecchi si ricorderanno che il Napoli di Maradona, aveva un magico tridente: Careca, Maradona, Carnevale (o Giordano). 

 

Probabilmente qualcuno nella sinistra del Magnifico Borgo si è ricordato del magico tridente partenopeo, nel pensare e preparare le liste elettorali per le prossime elezioni comunali di aprile.

 

Ha voluto però andare oltre e non limitarsi a mettere in campo un tridente magico, bensì un magico quartetto. D'altronde la sinistra a Mendrisio si presenterà unita (Ps, Verdi e Indipendenti di sinistra) e i candidati abbondano. 

 

Noi di Ticinotoday diamo per certa la presenza in lista dei due granconsiglieri ecologisti, vale a dire Claudia Crivelli Barella e Andrea Stephani. Per quanto riguarda invece la  parte "rossa" della lista, sarà rappresentata dal consigliere comunale Daniele Stanga e dalla sindacalista (con un passato da giornalista) Françoise Gehring.

 

Con questi nomi, la sinistra non fa mistero di voler raddoppiare la propria presenza nel Municipio di Mendrisio. E quasi sicuramente ciò avverrebbe a scapito del Ppd, che potrebbe scendere da 3 seggi a 2 nell'Esecutivo mendrisiense.

 

Dati per certi questi quattro nomi, gli altri che potrebbero comparire sulla lista della sinistra per il Municipio sono quelli dei due "dottori in economia" (o quasi), vale a dire il giovane socialista Andrea Ghisletta e il verde Fabiano Cavadini.

 

Staremo a vedere. Intanto la campagna sarà all'ultimo voto fra Ppd e Sinistra per mantenere (nel caso del Ppd) o guadagnare (nel caso della sinistra) un seggio nell'Esecutivo.