Meno rigore per i casi di rigore

Meno rigore per i casi di rigore

Gennaio 09, 2021 - 15:22
Posted in:

Secondo il presidente della Confederazione bisogna migliorare il sistema esistente dei casi di rigore per garanntire un supporto immediato alle aziende in difficoltà.

Forse un cambio di marcia è all’orizzonte sul sostegno ai settori economici colpiti dalla situazione pandemica e dalle disposizioni di chiusura.

Ieri sera il presidente della Confederazione Guy Parmelin, ospite della trasmissione “Arena” della SRF, ha annunciato un allentamento dei criteri per accedere ai cosiddetti “casi di rigore”.

Secondo il consigliere federale, a capo del dipartimento dell’Economia, affinché gli aiuti vengano distribuiti si deve semplificare il sistema e non crearne uno nuovo. Secondo Parmelin il sistema dei casi di rigore “funziona in alcuni Cantoni e i soldi ci sono”.

Una delle ipotesi sul campo, come riferito dalla stampa di oltralpe, è il riconoscimento generalizzato per le aziende che sono state costrette a chiudere, come ristoranti, centri fitness, cinema ecc.

“È importante che i soldi vengano distribuiti ora”, ha detto Parmelin. "Lasciateci lavorare con il sistema esistente."