Microsoft usa l'intelligenza artificiale per scovare i pedofili nelle chat

Microsoft usa l'intelligenza artificiale per scovare i pedofili nelle chat

Gennaio 11, 2020 - 16:32

L'annuncio di Microsoft: grazie ad un algoritmo è possibili individuare nelle chat  i predatori sessuali che cercano di adescare minori. Il software è già disponibile.

Microsoft ha messo a punto una tecnologia in grado di individuare automaticamente i predatori sessuali che cercano di adescare minori nelle chat, facendo uso dell'intelligenza artificiale. Ad annunciarlo è stata la stessa Microsoft nel suo blog ieri. Il programma, ha spiegato la compagnia, si basa su alcune "espressioni chiave" che ricorrono nel linguaggio degli adescatori. Microsoft la metterà a disposizione di tutte le compagnie che ne fanno richiesta. 
 
L'algoritmo di questa applicazione, testato nella chat della sua consolle di videogiochi Xbox, è stato sviluppato a partire da alcune tecnologie brevettate dall'azienda. 
 
Il programma analizza le conversazioni e le assegna un punteggio. Il punteggio è poi utilizzato per valutare la possibilità di segnalare la chat ad un operatore umano, che la verifica ed eventualmente la segnala alle autorità. "Questo è un passo significativo, anche se non è una panacea", afferma nel post Courtney Gregoire, chief digital safety officer della compagnia. "Lo sfruttamento sessuale e l'abuso dei bambini sul web e la ricerca degli adescatori online sono problemi gravi. Ma non siamo spaventati dalla complessità di queste questioni".