Niccolò Bordogna: "Il problema di Mendrisio è il traffico"

Niccolò Bordogna: "Il problema di Mendrisio è il traffico"

Marzo 02, 2016 - 10:50
Posted in:

Ticinotoday intervista Niccolò Bordogna, il più giovane candidato sulla lista Plr di Mendrisio.

Niccolò Bordogna, candidato al Municipio, è il più giovane in lista. Come mai ha accettato questa sfida?
Perchè ci vogliono persone giovani e penso che le liste siano troppo "vecchie". C'è bisogno di un po' di rinnovamento all'interno del partito e all'interno non solo del Comune di Mendrisio, ma di tutti i Comuni. Lo vedo anche essendo vicepresidente dei giovani liberali. Abbiamo molti giovani ma non sono abbastanza spinti. Poi ho avuto anche una spinta da parte della famiglia, visto che mio padre è sempre stato in politica, è uscito quattro o cinque anni fa da Gran Consiglio, quindi ho deciso di prenderne un po' il posto.
 
Visto che cita la famiglia, quanto la ispira l'impegno di suo padre nella sua azione politica?
Tanto, perché fin da piccolo, sia per gli eventi politici, per i comizi, per il Gran Consiglio e il Municipio, mi ha sempre portato in giro dappertutto a distribuire santini fra i tavoli.
 
Ha anche le stesse idee politiche?
Tante idee politiche si, ma non tutte.
 
Ad esempio lei si è profilato in questi giorni sul no al raddoppio del Gottardo. È una posizione che sostiene anche suo padre?
Si, anche lui sostiene il no al raddoppio. Sono il partito e Glrt che sostengono il "si" a livello cantonale, mentre a livello della sezione di Mendrisio no.
 
Che risultato si aspetta per il Municipio?
In Municipio entreranno Maffi e Cavadini ovviamente. Per quanto riguarda me, terzo o quarto posto probabilmente. Spero di entrare subito in Consiglio comunale. Nelle scorse elezioni sono risultato secondo subentrante e sono entrato l'anno scorso, quindi ho alle spalle cinque o sei mesi d'esperienza.
 
Qual'è il tema secondo lei più importante per Mendrisio?
Il traffico. È una situazione disastrosa. Lo vedo lavorando a Manno, tutti i giorni faccio un ora di colonna ad andare e un ora di colonna a tornare. Non è una soluzione vivibile per Mendrisio. È questo il tema principale, assieme a quello della sicurezza, guardando anche alla situazione di Chiasso. E i giovani: sostegno ai giovani per trovare lavoro quando escono dalle scuole, e sostegno ai giovani in generale.
 
È meglio lo scenario di due leghisti e due pipidini in Municipio, o è meglio tre pipidini e un solo leghista?
Non è una domanda facile. Preferirei tre Ppd. Un altro leghista che entra in Municipio è pericoloso. Sappiamo che la gente oggi, anche per quello che succede nel mondo, ha più paura rispetto al passato e di conseguenza tende a votare di più la destra.
 
Mendrisio si è ingrandita molto negli ultimi anni, facendo un processo di aggregazione importante. Deve ancora ingrandirsi o va bene così com'è?
Si punta sempre a ingrandirsi.
 
Fino ad un unico Comune per l'intero distretto?
Per adesso andiamo bene così. Vedremo i risultati di queste elezioni e poi per il futuro si vedrà. Potrebbe essere un'idea.