Non è una strada per ciclisti

Non è una strada per ciclisti

Dicembre 04, 2019 - 08:00
Posted in:

Il Municipio di Brissago ritiene la strada cantonale che costeggia il lago troppo pericolosa per i ciclisti e ritiene si debba aspettare una ciclopista per "allacciare" Brissago alla rete di bike-sharing. 

Che quella strada non fosse delle più idonee ad ospitare la presenza di ciclisti lo ha sicuramente intuito chi, passandovi, si è trovato dinnanzi una bicicletta, magari dovendo aspettare che l'altro lato della carreggiata fosse libero per operare la manovra.
 
Anche il Municipio di Brissago ne è convinto, come ha recentemente esposto in risposta ad un'interpellanza che chiedeva l'estensione della rete di bike sharing del Locarnese anche al Comune sul Lago Maggiore presentata dal gruppo uniti per Brissago. Come riporta oggi la Regione il Municipio di Brissago ritiene che la strada cantonale che costeggia il lago, fra Ascona e Brissago, per le dimensioni strette della carreggiata, non sia indicata per chi si sposta in bicicletta. Come spiega il sindaco Roberto Ponti oggi a la Regione, "...la strada cantonale non è affatto indicata per chi si sposta in bicicletta. In zona Moscia-Acapulco, dove l’incrocio dei veicoli è reso difficile dal calibro della carreggiata, un ciclista che non è pratico (o magari non più giovanissimo) rischia di finire investito. È un potenziale  pericolo che, come autorità, non ci sentiamo di far correre ai nostri ospiti".
 
Motivo per cui il Municipio di Brissago, che precisa che non ha nulla in contrario al sistema di noleggio delle biciclette, preferirebbe aspettare la realizzazione di una ciclopista sicura su quella tratta prima di "allacciare" il Comune alla rete di bike sharing. Un'alternativa potrebbe già essere presente con la strada che passa dalla collina, che tuttavia presenta delle pendenze molto elevate: senza bici elettrica, un percorso solo per "polmoni" allenati.