A nuoto col certificato... o bagno "non organizzato"?

A nuoto col certificato... o bagno "non organizzato"?

Giugno 19, 2021 - 16:28

Le temperature si fanno torride e in molti in questi giorni cercano sollievo presso i laghi e i vari corsi d’acqua del Cantone in un’estate che sa di ritorno alla normalità sul fronte delle misure per il covid. Un po’ come lo scorso anno. O quasi.

Fra le manifestazioni caratteristiche del periodo estivo vi sono le nuotate “collettive” nei laghi. Molto seguita è la traversata del lago da Caprino al Lido di Lugano, a cui numerose persone ogni anno partecipano. L’anno scorso la manifestazione è andata in scena in una versione modificata per mantenere il rispetto delle norme covid. Quest’anno è prevista l’obbligatorietà del certificato covid per poter partecipare alla nuotata in programma domenica 22 agosto. Come si legge sul sito della Traversata infatti, “per partecipare alla manifestazione sarà richiesto il certificato COVID come da disposizioni emanate dalle autorità”. Se qualcuno si chiedeva in quali eventi e manifestazioni oltre concerti e discoteche potesse essere applicato obbligatoriamente il certificato covid, ecco una delle risposte.

Più in generale, rive di fiumi e laghi, al di fuori di eventi specifici o lidi, rimangono accessibili senza particolari misure, tipo mascherina (de iure o de facto, visto che controllare ovunque sarebbe molto difficile e un po’ ridicolo), ma anche qui non è che manchino “aggregazioni spontanee”, come per altro nei fine settimana in molte piazze. Ma dove non si può (o si vuole) controllare, meglio chiudere un occhio (e a volte anche due). Va pure bene così e sarebbe ridicolo fare il contrario, ma poi se qualche operatore lamenta “due pesi e due misure” rispetto alle varie aggregazioni "non organizzate", come già successo, difficile criticarlo... 

 

 

 

 

franniga