"Nuova nomina nel CdA dell’Azienda Elettrica Ticinese: un’altra proposta di Bixio Caprara?"

"Nuova nomina nel CdA dell’Azienda Elettrica Ticinese: un’altra proposta di Bixio Caprara?"

Febbraio 14, 2020 - 11:18
Posted in:

Riceviamo e pubblichiamo. Interpellanza del Movimento per il socialismo (Mps).

Lo scorso 12 febbraio 2020 il Consiglio di Stato ha annunciato la nomina della signora Fabiana Gianora nel CdA dell’Azienda Elettrica Ticinese. 
Dal comunicato stampa del CdS nulla trapela sulle competenze della signora Gianora in ambito di politica energetica, né il paese ha avuto l’occasione di apprezzare delle sue prese di posizione sul tema. Di lei conosciamo solo la giovane età (34 anni), la sua formazione (come decine di altri/e giovani ticinesi, ma lontana dai temi di politica energetica in senso stretto), le sue discendenze familiari e partitiche.
Sappiamo però, dal comunicato stampa del CdS, che sostituisce un pezzo da novanta dal PLRT ossia Sandro Lombardi.
Tutti noi abbiamo ben presente le parole pronunciate dal presidente del PLRT Bixio Caprara nell’aula del Gran Consiglio in occasione del penoso risultato dell’elezione del CdA dell’EOC ed in particolare i miseri 27 voti raccolti da Andrea Bersani. 
Bixio Caprara aveva testualmente affermato che: “il nostro partito era nella condizione di dover sostituire un rappresentante, dato che un proprio membro del CdA non era più disponibile. Abbiamo proposto un profilo, l’avvocato Andrea Bersani…”
Sorge dunque spontanea la riflessione che anche in quest’occasione la scelta sulla sostituzione sia stata appaltata dal CdS a Caprara ed al PLRT secondo il consueto modo di procedere nella ripartizione tra i partiti di governo dei posti, lautamente retribuiti ed utili per far affari, nei CdA di strutture pubbliche o che tali dovrebbero essere.
 
Sulla base di queste considerazioni chiediamo al CdS:

  1. Come per le nomine nel CdA dell’EOC la sostituzione nell’AET è stata appaltata al PLRT?
  2. Di regola il PLRT, cosi come anche gli altri partiti di governo, utilizza i posti a sua disposizione nei CdA quale “compensazione” o premio di consolazione. Ad esempio per Bersani si trattava di “compensare” l’uscita dal Municipio di Bellinzona. Per la nomina della signora Gianora sa il Consiglio di Stato di quale “compensazione” si è trattato
  3. Sulla base di quali criteri, e, più in particolare, di quali esperienze in campo di politica energetica, il PLRT ha proposto la signora Fabiana Gianora?
  4. Il Consiglio di Stato ritiene sufficienti esperienza e conoscenze dei temi di politica energetica della signora Gianora a tal punto da giustificarne l’elezione?

 
 
Per il Gruppo MPS-POP-Indipendenti
Matteo Pronzini, Simona Arigoni, Angelica Lepori